Banche Popolari: nuova linfa per famiglie e pmi

A
A
A
Avatar di Redazione13 maggio 2019 | 11:43

Sempre in primo piano nel mondo del credito italiano e non solo. Nel primo trimestre dell’anno è proseguita la crescita dei volumi intermediati dalle Banche Popolari. Questo è quanto risulta dai dati aggiornanti al mese di marzo relativamente alle principali voci di bilancio. In dettaglio, gli impieghi vivi, al netto quindi delle sofferenze, sono cresciuti mediamente dell’1 per cento nel primo trimestre del 2019, contro il -0,7 per cento fatto registrare dal sistema, mentre è proseguita la riduzione in accelerazione del peso delle partite problematiche sui conti delle banche. Inoltre, dal lato del passivo si è registrata una crescita della provvista dell’1,5 per cento e, in particolare, dei depositi del 3,0 per cento.

A tutto ciò si aggiunge il flusso dei nuovi finanziamenti erogati nel corso di questi primi tre mesi dell’anno, con il dato afferente i nuovi impieghi alle piccole e medie imprese che hanno superato l’importo complessivo di 6,4 miliardi di euro e quelli relativi ai nuovi mutui alle famiglie giunti ad un controvalore di 3,2 miliardi di euro.

Per il Segretario Generale dell’Associazione Nazionale fra le Banche Popolari, Giuseppe De Lucia Lumeno “Questi dati rafforzano l’impegno del credito popolare nei territori e nelle comunità di riferimento, evidenziando come l’obiettivo di tali realtà creditizie fortemente radicate in ambito locale abbia tra le priorità quello di coniugare la redditività con la crescita dell’attività imprenditoriale e dell’economia reale, al fine di garantire uno sviluppo sostenibile e durevole capace di rafforzare il tessuto produttivo e la banca stessa. Pur in presenza di una fase congiunturale che resta ancora complessa e incerta – ha proseguito De Lucia Lumeno – le Banche Popolari si stanno dimostrando ancora di più presidio essenziale per le realtà economiche locali continuando a svolgere quella funzione anticiclica già ampiamente sperimentata negli anni più difficili della crisi.”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le banche popolari fanno ricche le imprese

Il governo Conte vuole mettere le briglie ai fondi d’investimento

Il 25% di Hi-Mtf Sim da Nexi alle Popolari

Ti può anche interessare

La guerra al contante? È un errore

La guerra al contante, che poggia le proprie ragioni sul contrasto all’evasione fiscale e al ricic ...

La gestione amministrativa dell’attività di consulente finanziario

Ospite Mario Basilico, che descriverà gli aspetti legati alla gestione degli adempimenti amministra ...

Allianz Bank FA cresce al Nord

La società ha aperto tre nuove sedi, due filiali a Padova e Vicenza e un centro di consulenza finan ...