Reti, patrimonio in crescita 

A
A
A
Avatar di Redazione 13 Maggio 2019 | 16:50

Un patrimonio totale di  571,4 miliardi di euro. E’ quello gestito a fine marzo dalle reti di consulenti finanziari, secondo i dati diffusi dalla sigla di categoria  Assoreti. Si tratta di un valore ben più alto rispetto ai 513 miliardi di dicembre, grazie all’ingresso in Assoreti di importanti società come CheBanca! e grazie alla ripresa dei mercati finanziari che ha provocato un apprezzamento degli asset. Paolo Molesini, presidente ddi Assoret, ha commentato: “Il nuovo dato patrimoniale è una conferma dell’importanza del ruolo delle reti sulla crescita della ricchezza finanziaria degli italiani. Il rapporto fiduciario esistente tra il consulente finanziario e il proprio cliente ha infatti consentito di affrontare efficacemente una fase particolarmente critica dei mercati finanziari, gestendo l’emotività dell’investitore e permettendo nel breve il recupero delle perdite realizzate sul finire del 2018”. La valorizzazione complessiva dei prodotti del risparmio gestito si attesta sui 407,1 miliardi di euro e rappresenta il 71,2% del totale, mentre quella dei prodotti in regime amministrato è pari a 164,3 miliardi di euro con una quota del 28,8%.

A livello di singole società, la leadership di patrimonio resta ben salda a Fideuram ISPB con oltre 213 miliardi di asset. Seguono  Banca Mediolanum (oltre 71 miliardi), FinecoBank (64 miliardi) e Banca Generali (61 miliardi).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assoreti, un webinar sulla sostenibilità

Assoreti, a febbraio la raccolta è uno spettacolo

Assoreti, il 2021 inizia con un gestito in grande spolvero

NEWSLETTER
Iscriviti
X