Successione: per il 70% delle famiglie ricche è un danno

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri20 maggio 2019 | 10:38

Il passaggio generazionale spesso non è né facile né indolore. Almeno, è così stando a uno studio condotto da Credit Suisse e Yio, la Young investor organization, sulla next generation delle dinastie più influenti. Nel passaggio di società o di capitali, infatti, il 70% delle famiglie perde il controllo dei propri beni e compromette l’armonia di famiglia.

Secondo la ricerca, al centro delle preoccupazioni delle dinastie più ricche c’è, per il 35% degli intervistati, la competizione crescente tra i vari componenti della famiglia. Tutte cose che potrebbero portare a dissipare in tutto o in parte il patrimonio. E, del resto, non sarebbe né la prima né l’ultima volta. Ma la nuova generazione non intende fare gli errori di quella precedente e, come riporta Affari&Finanza di Repubblica, vuole puntare sul dialogo e la fiducia. Ma come? Oltre metà degli intervistati (59%) desidera discutere di ricchezza più apertamente e oltre due terzi (68%) afferma che le famiglie trarrebbero vantaggio da un maggior numero di strumenti di comunicazione.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Strage di Paternò, il responsabile non era un cf

Una verifica presso l’Albo dell’Ocf ci ha portato ad appurare che Fallica non è mai stato iscri ...

Fideuram, per Molesini mattoni e milioni

Il patrimonio di terreni e fabbricati dell’a.d. e del fratello Andrea supera i 4,4 milioni. ...

Trump contro Deutsche Bank

Dall'America le fa causa Donald Trump, in Italia invece arriva lo stop dell'Antitrust alla campagna ...