Consulenti rassegnatevi: conta solo il portafoglio

A
A
A
di Redazione 30 Maggio 2019 | 10:41

Le dimensioni contano, eccome. Perlomeno nel mondo della consulenza, dove sembra che la grandezza del portafoglio sia un elemento fondamentale quando di parla di trattative lavorative. A dare questa visione del mercato è un nostro lettore, che preferisce rimanere anonima, che ha inviato alla nostra redazione una lettera di “denuncia” che evidenzia una potenziale distanza tra i valori dichiarati dalle reti e la “cruda” realtà. E voi cosa ne pensate? Scrivetecelo come sempre nei commenti.

“Gentile redazione, vi scrivo perchè vorrei portare alla vostra attenzione una situazione a mio avviso davvero triste. E’ da circa 5 anni che lavoro come consulente, professione esercitata presso una importante realtà del settore, la stessa che tra le righe mi ha fatto capire qualche tempo fa che per rimanere in organico dovevo necessariamente avere un portafoglio di almento 10-15 milioni di euro. Non importa non aver ricevuto mai una lamentela da un cliente, non importa aver protetto sempre i risparmi e ottenuto la fiducia di chi si è affidato a me, non importa avere investito tanto in formazione come pochi altri nella mia azienda. Conta solo il portafoglio. Bene, mi son detto, cerchiamo altrove. Ma la musica, a quanto pare non cambia. Le grandi reti, le stesse che si riempiono la bocca dell’importanza “della preparazione a 360 gradi”, attenzione al cliente e altre ipocrisie miste, alla fine ti vogliono se hai un portafoglio di una certa dimensione. Prima quello, tutto il resto viene dopo ed è solo un contorno, anzi alle volte se sei troppo attento ai clienti e non agli obiettivi di raccolta fidatevi che ti guardano storto. Cari colleghi rassegnamoci, se volete lavorare per una big pensate a raccogliere, altrimenti se volete interpretare la professione con più attenzione al cliente allora magari sceglietevi qualche piccola realtà che sappia dare peso alla qualità del vostro lavoro. E’ quello che farò io e lo suggerisco a tutti quelli che si trovano nella mia situazione”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, il nuovo training passa dall’advisory globale

Consulenza, un visionario chiamato Ennio Doris

Consulenti: il decano e il maestro

NEWSLETTER
Iscriviti
X