Nuovi esuberi a Intesa Sanpaolo

A
A
A
Avatar di Redazione 31 Maggio 2019 | 10:15
Accordo con i sindacati per 1.600 uscite volontarie

Circa 1.600 uscite volontarie da realizzarsi entro il 2021. E’ quanto stabilito da un accordo raggiunto da Intesa Sanpaolo con i sindacati che porta così a oltre 10mila il numero di dipendenti in uscita dal gruppo, considerando i i 9mila esuberi già concordati dalla banca negli anni scorsi. L’istituto guidato da Carlo Messina, in particolare, gestirà 600 esuberi consentendo ai lavoratori l’accesso al Fondo di Solidarietà del settore creditizio per coloro che maturano il diritto a pensione entro il 31 dicembre 2023. Ci saranno inoltre 1000 pensionamenti volontari per i dipendenti che maturano il diritto alla pensione entro il 31 dicembre 2021) inclusi anche i lavoratori che si ritireranno con la cosidetta quota 100 (cioè con 62 anni di età e 38 di contributi) o le dipendenti che si congederanno con l’opzione donna (58 anni di età e 35 anni di contributi).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

SocGen ed Mps, tra esuberi e tagli alle filiali

Deutsche Bank, niente esuberi in Italia

Banche, cura dimagrante a base di esuberi

NEWSLETTER
Iscriviti
X