La consulenza è un gioco di squadra

A
A
A
di Andrea Telara 10 Giugno 2019 | 08:30
Una ricerca di Finer evidenzia come l’attività di advisory non possa limitarsi soltanto alle attività di gestione del portafoglio

Aiutare il cliente a definire i sui obiettivi. E’ una delle “missioni” più importanti di cui si sentono investiti i consulenti finanziari italiani secondo una ricerca di Finer, il think tank fondato da Nicola Ronchetti, che ha esposto i dati nell’ultima edizione di Efpa Meeting. Nel corso dell’intervento, il fondatore di Finer ha sottolineato come la consulenza finanziaria debba diventare sempre più un gioco di squadra in cui i financial advisor attinge anche alle competenze di esperti di altri settori, per esempio in materia fiscale, assicurativa o di successione dei patrimoni. Oltre ad aiutare il cliente a definire i suoi obiettivi, tra i compiti che puntano a svolgere i consulenti finanziari italiani c’è per esempio il miglioramento delle competenze finanziarie della clientela ma anche l’offerta di suggerimenti utili in materia di gestione dei crediti o degli immobili o addirittura di protezione dalle frodi. Quest’ultime voci, però, occupano ancora uno spazio limitato tra le priorità fissate dai financial advisor mentre la consulenza, a detta di Ronchetti, devesempre più diventare olistica e abbracciare l’intero patrimonio dell’investitore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, Fee Only Summit: l’importanza del fintech nel vostro lavoro

Mps, due soluzioni per renderla appetibile

Consulenza e previdenza, il nodo dei costi e della trasparenza

NEWSLETTER
Iscriviti
X