Fondi pensione, un anno da dimenticare

A
A
A
Avatar di Redazione13 giugno 2019 | 10:01

Il 2018 è stato un anno da dimenticare  per i fondi pensione. I fondi pensione negoziali e i fondi aperti hanno perso, rispettivamente, il 2,5% e il 4,5%, mentre  i Pip (piani individuali pensionistici) hanno avuto una performance negativa del 6,5%. Solo per le polizze pensionistiche del ramo I hanno guadagnato l’1,7%, con un risultato però inferiore alla rivalutazione del Tfr che, al netto delle tasse, è stata dell’1,9%.  I dati sono contenuti nell’ultima relazione della Covip, l’authority che vigila sulla previdenza integrativa, pubblicata ieri.

Nell’arco di 10 anni, però, i fondi pensione risultano ancora in vantaggio: il rendimento  medio annuo o è pari al 3,7% per i fondi negoziali e del 4,1% per i fondi aperti; nei Pip si è attestato al 4% e al 2,7% per le sole polizze del ramo I. Sullo stesso orizzonte temporale la rivalutazione del Tfr è stata del 2%.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi pensione, che salasso per i lavoratori

Fondi pensione, iscrizioni col vento in poppa

Covip, fondi pensione meglio del Tfr

Ti può anche interessare

Consulenti: la morte del Cholismo

Se all’andata della semifinale di Champions tra Juventus e Atletico Madrid avevamo colto l’occas ...

Azimut, ecco il nuovo dream team

Cambia la governance. Aliberti, Basso, Blei, Guiati, Martini, Medda e Zambotti assumono deleghe, rip ...

Fisco: tregua M5s-Lega, salta lo scudo

Alla fine lo scudo fiscale non si farà ...