Nuovi rendiconti, la timeline delle reti

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 24 Giugno 2019 | 10:34

Ubs, Profilo e Credem. Sono le uniche tre banche che hanno già inviato i rendiconti Mifid 2 ai propri clienti. Tutti gli altri, stando a quanto riporta Il Sole 24 Ore, dovrebbero spedirlo entro il mese di luglio. In teoria, i rendiconti sarebbero dovuti arrivare già all’inizio di quest’anno, ma poi sono continuamente slittati. I motivi sono diversi: dalle difficoltà tecniche e interpretative, alla mancanza di una data precisa di scadenza entro la quale gli intermediari dovevano inviare la rendicontazione periodica. Alcuni sostengono che le banche abbiano voluto tergiversare, in modo da inserire in un’unico invio i risultati dei primi mesi del 2019 e attutire così il malumore dei clienti per i pessimi risultati del 2018.

Ma a prescindere da quello che è stato, a quanto pare ci siamo. Di seguito, la tabella di marcia elaborata da Il Sole 24 Ore, che ha interpellato le varie società:

Giugno: Banca Generali e Banco Bpm.

Da fine giugno in poi: Ubi Banca, IW Bank e Banca Mediolanum (questi istituti vorrebbero inviarlo entro la fine di questo mese, ma potrebbero andare oltre).

Luglio: Allianz Bank, Bnl Bnp Paribas, Chebanca! Crédit Agricole, Deutsche Bank, Fideuram, Fineco Bank, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps e Widiba.

Entro l’estate: Azimut e Crédit Suisse non si sbilanciano troppo e riferiscono che ultimeranno i rendiconti entro l’estate.

Tra giugno e settembre: Sta sul vago anche Banca Cesare Ponti, che lo invierà tra fine giugno e settembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mifid 2, meno burocrazia per gli intermediari. Entro luglio nuove potenziali novità anche per i cf

Rendiconti Mifid 2, ecco chi è Speedy Gonzales

Rendiconti Mifid 2, cambiamoli così

NEWSLETTER
Iscriviti
X