Consulenza d’estate, manuale di sopravvivenza

A
A
A
Avatar di Redazione12 luglio 2019 | 12:57

Come ogni anno i professionisti dell’advisory si trovano a dovere affrontare uno dei momenti dell’anno più ostici, l’estate.

Le difficoltà nascono essenzialmente da un incrocio di elementi ambientali e lavorativi che possono disturbare non poco l’attività quotidiana e pianificata dei consulenti. Noi abbiamo individuato quelli a cui fare più attenzione, ecco il nostro manuale di sopravvivenza a misura di consulente.

La caldazza
E’ lei il principale nemico. Vuoi perché ti sfinisce, vuoi perché rischia di compromettere la tua immagine con sudate fantozziate e pezzate imbarazzanti. Suggerimento brutale di partenza: usate il deodorante anti traspirante e provate a spruzzarvelo sopra ogni superficie che normalmente suda (mani, fronte, ecc). Suggerimento di vestiario: la miglior scelta da fare, è optare per la lana (frescolana), il materiale naturale in assoluto più isolante nonostante possa sembrare inusuale indossarla in estate. Suggerimento in stile Studio Aperto: bevete molta acqua, magari con integratori annessi, ma a temperatura ambiente se possibile, onde evitare la sudata di reazione.

Un portafoglio estivo
Come sistemare le asset allocation dei clienti in modo che possano essere stabili nel caso in cui si verificassero turbolenze di mercato e noi non fossimo presenti tutto il giorno in ufficio? Il suggerimento abbastanza ovvio è quello contenere i rischi di volatilità quando, per forza di cose, si è meno disponibili per cliente. Un primo step, suggeriscono alcuni addetti ai lavori, potrebbe può essere quello di ridurre le componenti più rischiose dell’asset class azionaria, preferendo al contempo esposizioni diversificate a livello globale o puntando su mercati maturi. A livello obbligazionario e valutario, un porto solitamente sicuro è quello rappresentato dai Treasury americani: in caso di bufera sui mercati possono offrire una sponda per compensare altri rischi di portafoglio. Inoltre, il Dollaro rappresenta ancora una sorta di rifugio in periodi volatili. Poco rischiosi ma anche poco appetibili i Bund tedeschi, meglio a questo punto prevedere una buona dose di liquidità (conti depositi o il cash), evitando però i fondi monetari.

Clienti e vacanze
Occhio a essere sempre presenti. Se siete in vacanzi concedevi di staccare la spina, salvo emergenze clamorose. Preparate un bel messaggio automatico per le mail e avvisate in anticipo i vostri clienti del vostro periodo di meritato relax.

Pianificate il rientro
Al fine di evitare un choc da rientro, prima di partire impostate un planning operativo per quando rientrerete dalle vacanze. Con una “to do list” già in essere sicuramente tornare in ufficio sarà meno gravoso.

 

 

 


2 commenti

  • Avatar alberto says:

    Come distruggere il concetto di pianificazione del portafoglio, basato su esigenze temporali e grado di rischio del cliente, in un articolo che sinceramente potevate anche evitare di scrivere.

  • Matteo Chiamenti Matteo Chiamenti says:

    Buongiorno, Alberto. Giusto per chiarire, la parte dedicata al portafoglio non è nostro operato ma frutto di un confronto con operatori del mercato, per la precisione consulenti autonomi. Grazie per avere espresso il suo punto di vista.

ARTICOLI CORRELATI

IWBank, give me five

I giovani hanno fame di consulenza

La consulenza è un gioco di squadra

Nuovi Pir, Doris boccia il governo

Mediolanum svela l’antidoto contro il male del fai-da-te

Consulenza noir: Nicaragua, i reali sauditi, il figlio di Gelli e un radiato

Mediolanum, il cliente in maglia rosa

Consulenza: il futuro delle Scf

Reti Champions League, collegamenti impossibili

Azimut, la raccolta è sempre un piacere

Tutto pronto per il Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria

Consulenza e polizze vita, un corso per conoscerle meglio

Copernico Sim, la rivoluzione della consulenza evoluta

Quando la consulenza è una questione morale

Fineco, il titolo inciampa dopo il dietrofront di BlackRock

Consulenti, IWBank PI è pronta ad accelerare

Reti e consulenza, i pionieri della fee only

Dal prodotto al servizio: la consulenza finanziaria income based

Consulenza indipendente: botta e risposta con il neo Vice Presidente di AssoSCF

Consulenza finanziaria e costi: a ITForum una tavola rotonda per parlarne

Consulenti, i CF webinars sbarcano al Salone del Risparmio

ITForum Rimini 2019: Programma formativo sempre più ricco

Reti, raccolta ancora in marcia. Riparte il gestito

Salone del Risparmio, Legg Mason GAM: “Azioni: è giunto il tempo delle strategie unconstrained”

Reti e controversie, ecco quelle più coinvolte

Cosa Banksy può insegnare a un consulente finanziario

Scm Sim, la perdita triplica

Reti: come emozioni e scelte di investimento impattano sull’offerta

Consulenza, due contratti che sono due incubi

Consulenti autonomi e scf, c’è il corso di sopravvivenza

Questionari Mifid 2, i principi Esma sono ancora un miraggio

Banca Euromobiliare e la metafora spaziale

Il consulente incompetente

Ti può anche interessare

Banche, maxi tagli alle filiali

Secondo i dati della Bce, in un solo anno in Italia sono scomparsi quasi duemila sportelli bancari. ...

ConsulenTia19, ecco gli appuntamenti targati Anasf

Gli appuntamenti in programma ...

Società abusive, le segnalazioni dall’estero

Si tratta di società e i siti web che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari e assicur ...