Caso Lambri, i clienti si mobilitano

A
A
A

Iniziativa di Federconsumatori per la tutela degli investitori che si sono affidati alla superconsulente di San Paolo Invest.

Andrea Telara di Andrea Telara16 luglio 2019 | 12:29

Siamo pronti a iniziare l’attività di tutela. E’ il messaggio inviato oggi da Federconsumatori di Parma ai clienti di Antonella Lambri, la superconsulente di Sanpaolo Invest, sospesa nei giorni scorsi dall’Albo dell’Ocf dopo la chiusura del suo ufficio, dopo le ispezioni della Guardia di Finanza e i sospetti di gravi irregolarità. Oltre a essere in contatto diretto con Banca Intesa, la casamadre di Sanpaolo Invest e Fideuram Ispb, “i consulenti legali di Federconsumatori provvederanno all’ esame approfondito della documentazione contrattuale già in possesso degli investitori e inerente al rapporto intrattenuto con l’intermediario finanziario”. Federconsumatori, fa sapere anche di voler procedere anche al “recupero della documentazione mancante, alla verifica della congruità del questionario MIFID e della conformità del profilo di rischio dell’investitore, al controllo dell’adeguatezza e dell’ appropriatezza dei investimenti raccomandati”.

In particolare, secondo quanto emerge finora, Federconsumatori ha riscontrato tre diverse tipologie di situazioni. Alcuni clienti lamentano di aver consegnato alla superconsulente somme di denaro da investire ma non ne hanno più traccia. Altri lamentano invece degli ammanchi parziali sul loro capitale investito mentre una parte dei clienti sostiene di non avere traccia dei rendimenti che pensavano di avere maturato con le loro disponibilità, secondo la documentazione inviata loro dalla Lambri. La tipologia di risparmiatori e investitori che sono rimasti coinvolti nel caso e si sono rivolti a Federconsumatori è molto variegata: ci sono persone con un capitale di poche decine di migliaia di euro ma anche diversi investitori private, con disponibilità superiori a 500mila euro. Intanto, tra le testimonianze raccolte dall’associazione, c’è anche chi sostiene di avere incontrato a Lambri, che inizialmente sembrava irreperibile. In particolare, c’è chi sostiene di avere visto la consulente nuotare in una piscina della sua città, Fidenza.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Caso Lambri, prima assistenza gratuita di Codacons

Antonella Lambri, la consulente con autista

Caso Lambri, quanti contanti dai clienti

Ti può anche interessare

Consulenti, i “dinosauri” si ribellano

I lettori rispondono alle parole di Mastro 26… ...

Il Fee Only Summit 2019 sta per arrivare

Il 29 e il 30 ottobre, a Verona, si tiene il Fee Only Summit, evento dedicato alla consulenza finan ...

Banche: vogliamo tassi negativi per i clienti

Riversare l’onere dei tassi negativi sui conti correnti dei clienti superiori a 100 mila euro. ...