Anasf, il nuovo presidente alle Idi di Marzo

A
A
A
di Matteo Chiamenti 16 Luglio 2019 | 15:57

Importante data da segnare in calendario per il futuro dell’Associazione nazionale dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. Il Consiglio Nazionale di Anasf ha convocato dal 13 al 15 marzo 2020 l’XI Congresso Nazionale ordinario per il rinnovo delle cariche sociali dell’Associazione.

Il Congresso si terrà a Solbiate Olona (VA), con la partecipazione dei 161 delegati che verranno eletti dai soci in regola con l’iscrizione ad Anasf e che avranno provveduto alla preventiva registrazione in Associazione della propria casella di posta elettronica.

Avranno diritto di voto tutti i soci in regola con il pagamento della quota associativa al 13 novembre 2019 che saranno chiamati a votare, esclusivamente in modalità telematica, dal 13 gennaio all’11 febbraio 2020.

Per poter esercitare il diritto al voto ogni socio dovrà verificare la regolarità del pagamento della propria quota associativa e il proprio indirizzo email, registrato nella intranet del sito Anasf: effettuando il login, sarà possibile aggiornare l’indirizzo di posta elettronica e anche l’indirizzo PEC (Posta elettronica certificata), che verrà utilizzato dall’Associazione per tutte le comunicazioni legate all’XI Congresso Nazionale.

Piccola curiosità storica a latere del comunicato. E’ interessante notare che il nome del prossimo presidente Anasf si saprà quindi in corrispondenza delle storiche idi di marzo. 

Con il termine “idi”, i romani si riferivano al 13 o il 15 del mese, secondo il particolare calendario giuliano introdotto nel 45 a.C., il quale prevedeva tre date fisse per ciascun mese, in base a cui venivano stabiliti i restanti giorni.
Queste tre date erano Calendae, ovvero il primo giorno del mese, None, il quinto o il settimo, e Idi, che appunto indicavano circa la metà del mese (il 15 cadeva solo nei mesi di 31 giorni, ovvero marzo, maggio, luglio e ottobre).

In particolare, le idi di marzo, che nell’antica Roma coincidevano con il primo giorno di primavera, ovvero il 15 marzo, sono una data divenuta storicamente celebre poiché coincidente con il cesaricidio, ovvero l’uccisione di Gaio Giulio Cesare, avvenuto il 15 marzo del 44 a.C.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anasf, Alma Foti all’Uni di Parma

Consulenza, tutti gli incontri di Anasf alla Wiw e al Mese Edu.Fin

Anasf, tempo di votazioni ai congressi territoriali

NEWSLETTER
Iscriviti
X