Credem: Euromobiliare Advisory Sim rinnova gli investimenti

A
A
A
Avatar di Redazione23 luglio 2019 | 10:13

Euromobiliare Advisory SIM ha avviato un totale rinnovamento del processo di investimento. In particolare è stata rafforzata la trasparenza nell’allocazione dei portafogli con un importante utilizzo dei titoli e degli strumenti passivi (ETF e Fondi passivi) e una conseguente migliore capacità di comunicare ai banker, ai consulenti e alla clientela finale le scelte di portafoglio. In secondo luogo, è stata incrementata la differenziazione tra stili gestionali total return e a benchmark e tra profili di rischio. Inoltre, vi è stato un consolidamento dell’approccio di portafoglio “core-satellite”, valorizzando ancora più puntualmente le scelte strategiche e tattiche di mercato. In dettaglio, la società ha avviato a fine 2018 un assessment sul processo di investimento con il supporto di Mc Advisory, guidata da Raimondo Marcialis, per definire in modo più puntuale le sinergie tra gestori, analisti interni ed esterni alla società e realizzare scelte di portafoglio ancora più efficaci e consapevoli in termini di rischio/performance. A fine marzo è stato realizzato il “kick-off” delle attività realizzative del nuovo processo di investimento che si completeranno a novembre 2019.

L’obiettivo è proseguire la strategia di innovazione dei servizi offerti, evolvere il processo di investimento ed innalzare presidio e standard qualitativi dei portafogli proposti alla clientela”, ha dichiarato Gianmarco ZanettiDirettore Generale di Euromobiliare Advisory Sim. “Con il nuovo processo di investimento”, ha proseguito Zanetti, “si passa da un asset allocation tradizionale al “risk based approach” che è un metodo più moderno e basato sullo studio dei fattori di incertezza presenti sui mercati, sull’analisi di tutte le componenti di rischio presenti all’interno di un portafoglio con la conseguente definizione dell’allocazione delle risorse nelle diverse asset class di investimento. Lo scopo è ricercare le migliori opportunità con una più ampia flessibilità gestionale, utilizzando al meglio le competenze tecniche interne ed esterne e monitorando puntualmente e consapevolmente i rischi in funzione del profilo scelto dal cliente”, ha concluso Zanetti.

Tra fine 2018 e inizio 2019, la società ha inoltre investito fortemente per consolidare il team di gestione assumendo nuove competenze per rafforzare le capacità di scelta e di allocazione sui mercati finanziari. Il team di gestione di Euromobiliare Advisory SIM oggi conta otto professionisti, di cui sei nuovi senior portfolio manager, tra i quali il nuovo Chief of Portfolio Management Alessandro Fabbri, che vantano importanti esperienze in primari player come Fideuram SGR, Zenit Sgr ed Epsilon SGR. L’obiettivo di tale rafforzamento è quello di avere un team con attitudini ed approcci differenziati nelle scelte di gestione: fondamentali, quantitativi, tecnici e di asset allocation.

Euromobiliare Advisory SIM, guidata dal Direttore Generale Gianmarco Zanetti ed operativa dal 1 maggio 2018, è stata la prima SIM di consulenza indipendente attiva in Italia facente capo ad un gruppo bancario. La società, che attualmente gestisce patrimoni per oltre 6,4 miliardi di euro, in forza anche dell’ultima delega di gestione ottenuta da Banca del Piemonte, è iscritta all’albo delle sim da fine febbraio 2018 ed è autorizzata dalla Consob all’esercizio dei servizi di investimento di gestione di portafogli, di consulenza indipendente e di ricezione e trasmissione ordini. EASIM è di supporto a tutte le reti del gruppo a marchio Credem ed Euromobiliare (in particolare private banking e consulenti fuori sede, ma anche le filiali) sul fronte del servizio di gestione dei patrimoni e della consulenza finanziaria. La società è attiva inoltre nell’erogazione di servizi nell’ambito del “corporate&family business”, assicurativi, del settore immobiliare e in arte, mediante anche importanti collaborazioni con studi professionali e partner esterni. Inoltre fornisce servizi fintech di “robo assistance” in digitale.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il contributo della consulenza all’educazione finanziaria degli investitori

Consulenza fiscale, Mediolanum spiega gli Indici Sintetici di Affidabilità

Private banking in Italia, ecco quanto vale e chi comanda

Le truffe dei consulenti, viste dal fee only

Consulenza e trasparenza costi: per ora è un mezzo flop

Consulenza, l’esercito dei potenziali clienti esclusi

Rendiconti Mifid 2, è il turno di IWBank

Allianz Bank FA, quando Mifid 2 fa rima con crescita

Consulenza d’estate, manuale di sopravvivenza

IWBank, give me five

I giovani hanno fame di consulenza

La consulenza è un gioco di squadra

Nuovi Pir, Doris boccia il governo

Mediolanum svela l’antidoto contro il male del fai-da-te

Consulenza noir: Nicaragua, i reali sauditi, il figlio di Gelli e un radiato

Mediolanum, il cliente in maglia rosa

Consulenza: il futuro delle Scf

Reti Champions League, collegamenti impossibili

Azimut, la raccolta è sempre un piacere

Tutto pronto per il Forum Nazionale sulla Consulenza Finanziaria

Consulenza e polizze vita, un corso per conoscerle meglio

Copernico Sim, la rivoluzione della consulenza evoluta

Quando la consulenza è una questione morale

Fineco, il titolo inciampa dopo il dietrofront di BlackRock

Consulenti, IWBank PI è pronta ad accelerare

Reti e consulenza, i pionieri della fee only

Dal prodotto al servizio: la consulenza finanziaria income based

Consulenza indipendente: botta e risposta con il neo Vice Presidente di AssoSCF

Consulenza finanziaria e costi: a ITForum una tavola rotonda per parlarne

Consulenti, i CF webinars sbarcano al Salone del Risparmio

ITForum Rimini 2019: Programma formativo sempre più ricco

Reti, raccolta ancora in marcia. Riparte il gestito

Salone del Risparmio, Legg Mason GAM: “Azioni: è giunto il tempo delle strategie unconstrained”

Ti può anche interessare

Manovra, e ora Moody’s boccia banche e aziende italiane

I principali istituti del paese sono finiti nel mirino dell'agenzia di rating ...

Ubi Banca cerca il partner unico nelle assicurazioni

Ubi Banca si guarda intorno per trovare un nuovo partner per le assicurazioni. Come riporta Il Sole ...

Banca Generali, decolla la consulenza evoluta

Banca Generali ha realizzato a giugno una raccolta netta pari a 407 milioni di euro, portando il dat ...