Tagli Unicredit, Mustier fa il pompiere

A
A
A
di Marcello Astorri 24 Luglio 2019 | 09:50

“Ogni evoluzione sarà gestita attraverso il prepensionamento e, come sempre, in modo socialmente responsabile e in linea con le rappresentanze dei lavoratori del gruppo”. A scriverlo è lo stesso amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier, in una lettera scritta di suo pugno agli oltre 86 mila dipendenti dell’istituto. Lo ha fatto per spegnere le polemiche dopo le rivelazioni dell’agenzia Bloomberg, che aveva parlato di un corposo taglio al personale da 10 mila posti previsto per il prossimo piano strategico. Un’ipotesi che aveva messo in subbuglio i sindacati bancari, che infatti avevano promesso subito battaglia.

Una situazione rovente che ha spinto Mustier, di solito restio a commentare le indiscrezioni, a intervenire per calmare gli animi. Nei passaggi della missiva, il capo di Piazza Gae Aulenti non ha rivelato i dettagli del nuovo piano. Tuttavia, ha ribadito la necessità di perseguire una maggiore efficienza dei costi per poter far fronte a un contesto con tassi d’interesse bassi. Una sfida che, sottolinea Mustier, “tutte le banche europee stanno affrontando”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Unicredit-Mps, la fiducia del mercato

Unicredit e Mps, tra entusiasmi e ottimismi

UniCredit e Sace lanciano il “Bond Food Mezzogiorno”

NEWSLETTER
Iscriviti
X