La grande emorragia dei bancari

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri26 luglio 2019 | 11:33

Una cesoia di oltre un quarto degli sportelli bancari nell’ultimo decennio. In Italia, sono passati dai 34.169 del 2008, ai 25.454 del 2018. In Europa la tendenza è più o meno la stessa: a livello continentale, il taglio è stato del 27,7%. Sono i numeri forniti dall’Ufficio Studi di Mediobanca, che ha passato in rassegna il tema della razionalizzazione delle filiali nel mondo delle banche. Un fenomeno tornato di stretta attualità, dopo le ipotesi circolate nei giorni scorsi di maxi tagli al personale in una grande banca italiana come Unicredit (che tra l’altro è l’istituto tricolore ad aver avuto, nell’ultimo decennio, il calo di addetti più marcato con il 45,3% in meno). Le grandi banche italiane hanno diminuito tutte la forza lavoro. Si muove in controtendenza, invece, la Popolare di Sondrio, che ha visto aumentare i dipendenti del 15% nell’ultimo decennio.

Lavorare in banca: la digitalizzazione fa dubitare della sicurezza del posto

Lo stesso studio ha messo in evidenza che, nei paesi dove c’è stata una digitalizzazione più profonda, come Olanda e Danimarca, gli sportelli bancari si sono più che dimezzati negli ultimi dieci anni. E, di conseguenza, il numero di dipendenti è calato di quasi il 40%. Infine, lo studio di Mediobanca evidenzia come i bancari italiani guadagnino in media meno rispetto ai colleghi europei: 69 mila euro contro 84 mila euro l’anno.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Unicredit, raffica di nomine tra Investment e Commercial Banking

Grosset saluta Unicredit e sceglie Spectrum

Unicredit, Miraglia alla guida del private

UniCredit, i sindacati contro Mustier

Unicredit, maxi taglio alla rete e al personale

Unicredit vede gli Usa a rischio recessione nel 2020

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Unicredit nel mirino degli hacker

Unicredit, 6 miliardi di sofferenze in meno

Unicredit, mezza marcia indietro sui tassi negativi

Tassi negativi sui depositi, i sindacati bancari non ci stanno

Unicredit, dopo Fineco pensa allo scorporo

Unicredit: tassi negativi sui conti oltre i 100 mila euro dal 2020

Unicredit-Illimity, affare sui crediti

UniCredit, Vecchi alla guida del wealth management in Italia

Unicredit, un nome nuovo per la presidenza

Unicredit, la digitalizzazione ti fa bella

Unicredit, manovre turche

Caso dividendi, Unicredit sotto la lente del fisco

Unicredit a caccia di utp

Unicredit, nuovo responsabile per il trading obbligazionario

Unicredit, sfida a tre per la presidenza

Addio a Fabrizio Saccomanni, presidente di Unicredit ed ex ministro delle Finanze

Unicredit, trimestre sotto le attese

Da UniCredit i primi Etf su azioni europee con strategie multifattoriali e criteri Esg

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

Tagli Unicredit, Mustier fa il pompiere

Tagli in UniCredit, i sindacati pronti alla battaglia

Unicredit, ipotesi maxi tagli al personale in Italia

La nuova UniCredit dopo Fineco

Unicredit, scorpacciata di nuovi cash collect

SocGen-Unicredit, niente colloqui

Dossier Commerzbank, saluta anche Ing

Ti può anche interessare

Contratto bancari, rottura all’orizzonte

Tensione sul fronte del contratto bancari. Sono arrivate infatti le dichiarazioni del segretario gen ...

Banca Generali mette il turbo sulla consulenza evoluta

Banca Generali preme sullo sviluppo dei servizi di consulenza evoluta per la propria rete. Nel team ...

Mediolanum, il regalo speciale di Doris ai nipoti

“Qui lo dico e sono pronto a scommetterci. Non esiste in Italia migliore investimento in ottica di ...