Enasarco, malumori dopo il Mef

A
A
A
di Redazione 7 Agosto 2019 | 11:07

Enasarco torna in primo piano sulla stampa specializzata nazionale. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza alcuni consiglieri avrebbero richiesto la convocazione di un cda urgente per discutere delle deleghe del direttore generale. La motivazione non è legata alle capacità del manager Carlo Bravi, mai messe in discussione, ma a un’altra questione nata in conseguenza dell’ispezione eseguita dal ministero dell’Economia sull’ente, tra gennaio e giugno dello scorso anno. Alcuni consiglieri hanno chiesto al presidente Gianroberto Costa la documentazione ricevuta dal ministero a seguito della verifica ispettiva, visto che potrebbero essere coinvolti in prima linea per eventuali osservazioni di Via XX Settembre.

Il numero uno dell’ente a sua volta, prosegue MF, ha richiesto al direttore generale di rappresentare prontamente agli organi statutari di Enasarco la situazione. Una mossa che i consiglieri hanno interpretato come una mozione di sfiducia di Costa verso Bravi, al punto di richiedere la convocazione di un consiglio straordinario. Nel frattempo Costa ha puntualizzato che la sua non era assolutamente una posizione di sfiducia a Bravi e ha chiesto piuttosto un maggior spirito di collaborazione con gli organi della fondazione. «La relazione del ministero dell’Economia, contenente le richieste di chiarimenti e indirizzata alla Direzione generale della Fondazione, è pervenuta in data 7 giugno 2019 e prevede 120 giorni per la predisposizione da parte di Enasarco di tutte le risposte ai chiarimenti richiesti (quindi fino al 6 ottobre, ndr)», hanno puntualizzato ieri da Enasarco aggiungendo che l’ispezione ha riguardato tutte le attività gestionali della Fondazione: la gestione del personale, i contratti e gli appalti o i servizi erogati .

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulente, è il momento di potenziare i tuoi social

La consulenza ha due facce

Consulenti, niente contratti a mezzo servizio

NEWSLETTER
Iscriviti
X