Enasarco, Federcontribuenti chiede commissione d’inchiesta

A
A
A
di Redazione 16 Agosto 2019 | 10:03
Nemmeno a Ferragosto si placa la polemica che imperversa su Enasarco. In particolare, è Federcontribuenti, la federazione italiana a tutela dei contribuenti e dei consumatori, a scagliarsi contro la gestione dell’Ente di previdenza integrativa a cui devono versare i contributi anche i consulenti finanziari. “Abbiamo inviato al Parlamento la richiesta di istituire una commissione di inchiesta sull’Ente“, si legge in una nota emanata da Federcontribuenti, “per far luce sulla gestione del patrimonio Enasarco e sugli accordi con i sindacalisti che non hanno tutelato in tutti questi anni i lavoratori’‘.
Nei giorni scorsi, Bluerating aveva parlato con questo articolo del caso dei “silenti”, ovvero tutti quei consulenti che per anni hanno versato i contributi a Enasarco ma, non avendo raggiunto i 20 anni necessari a maturare una rendita pensionistica, di fatto li hanno persi. Era poi arrivata la risposta ufficiale di Enasarco (leggi qui), che tuttavia non sembra avere soddisfatto i contribuenti. “La Enasarco è priva di trasparenza – continua Federcontribuenti – e pertanto chiediamo fermamente una riforma dell’Ente; un immediato progetto di portabilità dei contributi versati verso Inps per tutti quei lavoratori che hanno versato soldi frutto del proprio meritato lavoro, tra l’altro mal tutelato dai sindacati”. Per Stefano Ticozzelli, responsabile del Dipartimento Riformiamo Enasarco, della Federcontribuenti: ”gli ex lavoratori che per anni hanno versato regolarmente i contributi alla Fondazione hanno diritto di sapere che fine hanno fatto i loro soldi”.
Inoltre, in una precedente nota del 14 agosto, Federcontribuenti aveva chiesto al presidente di Fondazione Enasarco, Gianroberto Costa, di rendere pubblica “la relazione del Mef dopo l’ispezione presso gli uffici della Fondazione Enasarco, avvenuta tra gennaio e giugno di quest’anno con relativa relazione e richieste di chiarimenti  pervenuta in data 7 giugno 2019”. La nota era a firma del presidente di Federcontribuenti, Marco Paccagnella, e ancora di Ticozzelli. ”Chiediamo al presidente Costa, che minaccia azioni legali a Federcontribuenti, di rendere pubblica la relazione del ministero”, concludono Paccagnella e Ticozzelli, “chiediamo inoltre di rendere pubblici i verbali delle convocazioni delle assemblee convocate dai consiglieri stessi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Enasarco, s’infiamma di nuovo la polemica

Enasarco, ecco le prestazioni assistenziali 2021 con una importante novità

Enasarco, bilancio approvato in attesa della “resa dei conti”

NEWSLETTER
Iscriviti
X