Banche, tutti i figli di Ennio Doris

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri 26 Agosto 2019 | 10:54

Sono banche prive di sportelli, figlie della rivoluzione tecnologica. Oggi questi istituti senza filiali tradizionali raggruppano 6 milioni di clienti e ben quattro sono quotati: si tratta di Banca Mediolanum, FinecoBank, Banca Generali e Illimity. L’Economia del Corriere della Sera ha dedicato loro un approfondimento, definendole come “figlie” di Ennio Doris, il presidente di Banca Mediolanum che nel 1982 fondò Programma Italia (che diventerà poi Banca Mediolanum) e diede il via a un modello di banca alternativo rispetto a quello degli istituti tradizionali.

In particolare, L’Economia dedica ampio spazio a Mediolanum, Fineco e Banca Generali, importanti realtà del mondo della consulenza finanziaria. Sono citate come società in grado di produrre utili e dividendi ai propri azionisti. Mediolanum, infatti, ha chiuso il primo semestre 2019 con un utile netto di 171 milioni di euro, mentre Fineco ha chiuso la migliore semestrale di sempre a 137 milioni. Banca Generali, invece, ha archiviato la prima parte dell’anno con un utile di 133 milioni e sta investendo molto sul fronte della tecnologia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mossa (B.Generali): ecco come riportare l’attenzione sui giovani

Banca Generali, raccolta ricca a marzo

Private banking, quello di Banca Generali è il migliore

NEWSLETTER
Iscriviti
X