Credem, le persone prima di tutto

A
A
A
Avatar di Redazione4 settembre 2019 | 11:00

Credem prosegue gli investimenti nelle iniziative che permettono di valorizzare l’equilibrio vita-lavoro delle persone che operano nel Gruppo. In particolare, nei primi sei mesi del 2019 è da registrare un aumento dell’87% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso delle persone che utilizzano lo smart working, che permette di lavorare per alcuni giorni alla settimana da remoto senza i vincoli spaziali e temporali dell’ufficio. È stato scelto da oltre 1.640 persone, pari al 39% dell’organico potenzialemente interessato del Gruppo (il 26,3% della forza lavoro complessiva). Questa modalità di lavoro rende possibile una gestione efficiente del proprio tempo e responsabilizza le persone che possono lavorare lontano dall’ufficio fino a due giorni alla settimana.

L’iniziativa rientra nell’articolato programma di welfare di cui il gruppo si è dotato per migliorare l’ambiente di lavoro e cogliere i bisogni delle persone per supportarle nel raggiungimento degli obiettivi personali. Le iniziative messe in campo riguardano la salute e benessere, supporto personale, work life balance, tempo libero, potere d’acquisto, protezione e prevenzione. Riguardo questo ultimo aspetto, per fine 2019, l’obiettivo è di offrire al personale del Gruppo quasi 4 mila visite mediche gratuite.

Sono proseguite inoltre le assunzioni con 149 nuove persone di cui oltre il 77% neo laureati e neo diplomati ed un particolare focus, a livello di gruppo, nell’ambito della consulenza finanziaria e del private banking.

La centralità delle persone nel modello di business del Gruppo ha portato, infine, a una crescita degli investimenti da destinare alla formazione di alto livello per i dipendenti, che include lo sviluppo di competenze manageriali, comportamentali, commerciali, tecniche, normative, digitali e di prodotto. Nel dettaglio, nel primo semestre sono stati erogati in media oltre 5 giorni di formazione pro capite.

L’eccellenza nelle condizioni di lavoro offerte ai dipendenti, nelle politiche di formazione e sviluppo diffuse a tutti i livelli aziendali e nelle strategie di gestione delle persone sono gli elementi che hanno permesso al Gruppo Credem di ottenere per il quarto anno consecutivo la certificazione di Top Employers e per la prima volta nel 2018 la certificazione di Great Place To Work, che viene assegnata alle aziende a livello mondiale che raggiungono i più elevati standard nelle condizioni di lavoro dei dipendenti. Credem inoltre è la prima banca italiana ad aver ottenuto a marzo 2018 l’asseverazione di conformità dei rapporti di lavoro (Asse.Co.), certificazione rilasciata dall’Ordine dei Consulenti del Lavoro in collaborazione con il Ministero del Lavoro alle imprese che garantiscono i più elevati standard giuslavoristici e di regolarità nella gestione dei rapporti di lavoro, con l’obiettivo di promuovere e diffondere la cultura della legalità.

Il Gruppo Credem è presente in 19 regioni italiane con 638 tra filiali, centri imprese, e negozi finanziari ed oltre 6.200 dipendenti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, c’è la luce in fondo al tunnel del Coronavirus

Consulenti e investitori, la pazienza è la virtù dei forti

Consulenti, una mano culturale contro il Coronavirus

Consulenti, un corso per profilare il comportamento del tuo cliente

Reti, basta slogan. La verità messa a nudo sui giovani consulenti

Consulenti, piccola guida per smascherare le fake news ai tempi del Coronavirus

Coronavirus, 12 misure per i consulenti

CheBanca!, un aiuto ai consulenti per il Coronavirus

Banca Mediolanum, insieme ce la faremo

Consulenti, un centralino per amico

Banca Mediolanum, 1 milione di buone azioni

Consulenti, cronache di un roadshow sbarcato in Antartide

Incubo mercati, l’attacco di Conti Nibali

Consulenti furiosi, Lagarde nella bufera social

Coronavirus, le confessioni di un vecchio capitano ai colleghi consulenti

Coronavirus, voce ai consulenti sul fronte

Coronavirus, la lettera di un consulente ai clienti

Consulenti, quel portafoglio non è così tanto Esg

Azimut, anche per Bufi ci vuole consulenza

Consulenti, a febbraio crescono i radiati

Widiba, colpaccio tra i consulenti lombardi

IWBank PI, tripletta di ingressi in Toscana

Consulenti, gestire il cliente al tempo del coronavirus

Credem, reclutamento doc da Banca Intermobiliare

Credem, la forza delle sinergie tra le reti

Coronavirus, quanti consulenti in quarantena

Consulenti, se il bonus si restringe

Consulenti, ecco il gestore che ha scelto Ibra

Consulenti, come spiegare il vostro lavoro ai clienti

Bnl Bnp Paribas LB, foto racconto della convention

Consulenti, tutti a caccia dei beni rifugio

Consulenti, due incubi chiamati mobbing e straining

Consulenti, come reclutare i professionisti giusti

Ti può anche interessare

Banca Generali in tour con i campioni dello sport

Panatta, Luchetta, Graziani e Chechi in un evento itinerante iniziato ieri a Napoli ...

Oggi su BLUERATING NEWS: Molesini a tutto campo

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Fideuram Ispb, svolta con Apple nei pagamenti

Novità in casa Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking. La prima private bank in Italia con 22 ...