Fisco, il grande fantasma dell’elusione

A
A
A
di Redazione 10 Settembre 2019 | 10:36

Una montagna di investimenti esteri fantasma. Una fuga dal Fisco da 15 trilioni di euro verso i Paesi a tassazione più favorevole. Sono i numeri di uno studio del Fondo Monetario Internazionale riportato da MF Milano Finanza. Il dato che più colpisce è che il 40% dei 40 mila miliardi di investimenti diretti esteri, calcolano i tre autori della ricerca, finisce in scatole societarie che non esercitano alcuna attività economica: insomma, 15 trilioni totalmente fantasma. In parole povere: si tratta di trasferimenti finanziari internazionali a fini elusivi tra società appartenenti allo stesso gruppo multinazionale.

Solitamente, l’ammontare degli investimenti esteri in un’economia dovrebbe misurare la sua capacità di attrarre capitali e di creare posti di lavoro. Ma, in realtà, per gli autori della ricerca, misura semplicemente il livello di tassazione di una nazione: basti pensare che ogni anno il Lussemburgo accoglie 4 mila miliardi di dollari di investimenti diretti esteri, 57 volte il suo prodotto interno lordo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X