Fisco, il grande fantasma dell’elusione

A
A
A
Avatar di Redazione10 settembre 2019 | 10:36

Una montagna di investimenti esteri fantasma. Una fuga dal Fisco da 15 trilioni di euro verso i Paesi a tassazione più favorevole. Sono i numeri di uno studio del Fondo Monetario Internazionale riportato da MF Milano Finanza. Il dato che più colpisce è che il 40% dei 40 mila miliardi di investimenti diretti esteri, calcolano i tre autori della ricerca, finisce in scatole societarie che non esercitano alcuna attività economica: insomma, 15 trilioni totalmente fantasma. In parole povere: si tratta di trasferimenti finanziari internazionali a fini elusivi tra società appartenenti allo stesso gruppo multinazionale.

Solitamente, l’ammontare degli investimenti esteri in un’economia dovrebbe misurare la sua capacità di attrarre capitali e di creare posti di lavoro. Ma, in realtà, per gli autori della ricerca, misura semplicemente il livello di tassazione di una nazione: basti pensare che ogni anno il Lussemburgo accoglie 4 mila miliardi di dollari di investimenti diretti esteri, 57 volte il suo prodotto interno lordo.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banca Generali, nuova mossa in Svizzera

Dopo l’acquisizione di Valeur, la società punta all’acquisizione di una vera e propria licenza ...

Allarme di Bankitalia: il credito è a rischio

Mercato del credito in frenata ad aprile, secondo i dati di Bankitalia. Contemporaneamente hanno inv ...

Mutui, una montagna di rate non pagate

Con la crisi che fa la voce grossa ormai da anni, onorare pagamenti e scadenze sembra essere div ...