Ubi Banca, aria di rivoluzione ai vertici

A
A
A
di Marcello Astorri 20 Settembre 2019 | 11:06

Vento di cambiamento ai vertici di Ubi Banca. Come riporta l’edizione odierna di MF Milano Finanza, ieri sera è nato un nuovo patto di consultazione che, aggregando il 17,7% del capitale sociale, riunirà alcune delle anime storiche del gruppo lombardo: ci saranno la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (oggi primo azionista al 5,9%), la Fondazione Banca del Monte di Lombardia (4,9%) e le famiglie Bosatelli, Bombassei, Pilenga, Radici e Andreoletti. E, il nuovo patto, potrebbe far confluire nel nuovo scenario qualche pezzo grosso del fronte bresciano, come ha già fatto la famiglia Beretta.

La nuova formazione intende incidere sulla stesura del nuovo piano industriale che sarà presentato entro la fine dell’anno. Inoltre, c’è la grossa partita delle aggregazioni, dove rimangono sul tavolo i dossier mai del tutto intiepiditi di Banco Bpm e Mps. Tutti temi delicati che potrebbero avere riflessi anche sulla governance del gruppo, anche se i grandi soci hanno da poco confermato Victor Massiah come consigliere delegato e Letizia Moratti come presidente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Ubi, volemose tanto bene

Fideuram assorbe IwBank

Intesa-Ubi, c’è l’accordo per il grande esodo dei cinquemila a Bper

NEWSLETTER
Iscriviti
X