Banca Generali, tutti i piani di Gian Maria Mossa

A
A
A
di Marcello Astorri 23 Settembre 2019 | 10:40

“Abbiamo già realizzato un’operazione con Nextam” e “se ci sarà l’opportunità siamo pronti a fare ancora qualcosa, se si crea valore per gli azionisti”. È un estratto dell’intervista all’amministratore delegato di Banca Generali, Gian Maria Mossa, pubblicata sull’inserto di Repubblica, Affari e Finanza. E, alla domanda se da predatore la banca del Leone possa tramutarsi in una preda nel risiko del risparmio gestito, Mossa dice di non essere lui a dover rispondere. Anzi, rilancia dicendo di puntare “a una crescita sostenibile, e oltre che per gli azionisti per noi è importante creare valore per tutti gli interlocutori che gravitano intorno alla banca, in primis i clienti”.

Il manager ha poi chiesto nuovi incentivi per gli Eltif, i fondi chiusi dedicati agli investimenti nelle pmi, che dovrebbero puntare a mitigare le perdite nel caso l’investimento vada male, piuttosto che a detassare i guadagni. Per Mossa in questo periodo di tassi negativi, l’investimento azionario deve essere associato a strumenti di copertura per i rischi di volatilità dei mercati: “Di conseguenza è sempre più necessario avere una gestione attiva, molto attiva, e tanta competenza”.

Infine, il numero uno di Banca Generali ha indicato tre direttrici per lo sviluppo dell’istituto: “L’internazionalizzazione – a partire dalla Svizzera come primo sbocco all’estero, dove ci siamo già mossi e stiamo continuando a guardare; la valorizzazione dei nostri professionisti attraverso la spinta della consulenza evoluta; infine una forte innovazione digitale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali Private, colpo a Milano da Azimut

Banca Generali, la tecnologia è la strada maestra

Banca Generali, utile oltre ogni aspettativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X