Mifid 2 flop, Esma pensa alla revisione

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 30 Settembre 2019 | 12:19

La Mifid 2 non ha prodotto gli effetti desiderati in termini di reale trasparenza di prodotti e servizi finanziari. E quanto sottolinea Affari & Finanza, l’inserto economico di Repubblica, evidenziando come la direttiva europea, messa a punto con l’obiettivo di dare ai consumatori maggiori e più chiare informazioni su costi e rendimenti, sia stata finora in gran parte disattesa, dal momento che in molti casi al cliente finale i dati sono stati nascosti in vari modi.

Così alcuni rendiconti – sottolinea più di un analista interpellato dal settimanale – non sono ancora arrivati, altri vanno cercati in una miriade di informazioni, magari in una pagina interna di una comunicazione di decine di pagine, oppure sul sito web dell’operatore.

Alla luce di questa situazione l’Esma – l’autorità europea sui mercati finanziari – ha deciso di aprire un tavolo di consultazione con gli operatori per ricevere indicazioni sui problemi da risolvere. L’organismo dovrà presentare a Commissione, Parlamento e Consiglio Ue un resoconto sui primi mesi di funzionamento della Mifid 2 con eventuali proposte per migliorarla.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

1 commento

ARTICOLI CORRELATI

Reti e gestori, tremano i profitti con la scure dell’Esma

Derivati, una potenziale Hiroshima da 735 trilioni

Commissioni di performance, arriva la stretta dell’Esma

NEWSLETTER
Iscriviti
X