Doris ha un tesoro di 100 milioni

A
A
A

E’ l’attivo di Snow Peak, la società dell’a.d. di Banca Mediolanum, che ha un patrimonio netto salito a 40 milioni.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino28 ottobre 2019 | 08:14

Il tesoro di  Massimo Doris  (nella foto), amministratore delegato di  Banca Mediolanum, vale oltre 100 milioni di euro. Secondo quanto riporta oggi Affari&Finanza ammonta infatti ad oltre 101,7 milioni l’attivo segnato nel 2018 da Snow Peak, società interamente controllata dal capozienda della quotata, di cui lo stesso è presidente mentre nel consiglio siede Maurizio Carfagna, ex banchiere e storico fiduciario degli affari personali della dinastia Doris. Snow Peak qualche settimana fa ha mandato interamente a riserva straordinaria l’utile di 5,6 milioni di euro registrato lo scorso anno, in lieve contrazione dai 6,6 milioni di profitto del 2017 facendo così salire il patrimonio netto a quasi 40 milioni.

Cosa possiede Snow Peak? Il totale dell’attivo è costituto da immobilizzazioni finanziarie salite anno su anno da 90,2 a 95,5 milioni e liquidità calata da 7,2 a 6,1 milioni. Il bilancio non specifica i soggetti delle partecipazioni, ma le immobilizzazioni finanziarie rappresentano in gran parte il controvalore di circa 14,5 milioni di titoli di Banca Mediolanum, pari ad oltre l’1,96% circa del capitale totale, che ha garantito alla cassaforte del figlio di  Ennio Doris una cedola di 6 milioni. Il resto dell’attivo di Snow Peak è la quota del 40,5% in FinProg. Italia, pari al 6,7% dei diritti di voto, posseduta da Massimo Doris per 901 mila titoli in piena proprietà e per i restanti 4,5 milioni di titoli in nuda proprietà il cui diritto di usufrutto spetta a padre e madre.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Banche, il fintech ammazza i ricavi

Widiba, contaminazione salentina

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Mediolanum, Doris promette un utile 2019 da record

Mediolanum, il trimestre regala masse record e dividendo

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Banche, l’Inventive Banking sarà fondamentale

IWBank, settebello nel reclutamento

Credem, destinazione innovazione

Widiba dalla parte delle start up

IWBank PI, l’evoluzione è adesso

Banche: fusione Ubi-Bper, ecco a chi e perché piace

Banche europee, l’ondata dei tagli

Fineco, reclutamento doc

Ti può anche interessare

Governo giallorosso, sulle banche poche parole

Si è parlato tanto del prossimo governo giallo-rosso, ma il governo giallo-rosso ha decisamente par ...

Stangata sul Monte Paschi

Bankitalia multa per 1,32 milioni la banca guidata da Morelli. “Carenze negli obblighi di adeguata ...

Consulenza, l’esercito dei potenziali clienti esclusi

A cura di Giuseppe De Lucia Lumeno Il credito si basa sulla fiducia. Non è, questa, una nostalgica ...