Pir, un consulente finanziario può rilanciarli

A
A
A
Marcello Astorri di Marcello Astorri30 ottobre 2019 | 11:28

Già da tempo si parla di ritoccare la normativa sui Piani individuali di risparmio (Pir). Adesso c’è una proposta concreta sul tavolo della commissione Finanze della Camera. Porta la firma del consulente finanziario iscritto all’albo unico tra gli abilitati all’offerta fuori sede, nonché vice presidente della Commissione Finanze in quota Forza Italia, Sestino Giacomoni. L’iniziativa, come riporta MF Milano Finanza,  punta a tagliare le tasse sui risparmi e a incoraggiare fiscalmente gli strumenti che dovrebbero convogliare le risorse nelle piccole e medie imprese.

Nella scorsa legge di Bilancio la disciplina dei Pir era stata modificata, obbligando questo tipo di fondi, al fine di ottenere gli incentivi fiscali, a investire il 3,5% del patrimonio su imprese dell’Aim e un altro 3,5% in Venture Capital. I risultati non sono stati quelli sperati, con riscatti per 348 milioni di euro nei primi due trimestri dell’anno. Il governo si era riservato di valutare una revisione della normativa a 6 mesi dall’introduzione, per cui ci si aspetta, alla luce dei risultati, che l’esecutivo giallorosso prima o poi metta mano alla disciplina dei Pir. “Proponiamo di intervenire subito usando la leva fiscale e dando ai risparmiatori una motivazione vera per continuare a risparmiare e investire”, ha detto Giacomoni a MF,  “Solo usando la leva fiscale per indirizzare gli investimenti in strumenti come i Piani individuali di risparmio, si può sperare di spostare liquidità dal mondo del risparmio a quello delle pmi”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dl Fiscale, tra gli emendamenti anche i Pir

“Così salveremo i Pir”, intervista al cf-deputato Giacomoni

Pir, accelerata per modificare la normativa

Pir, nel 2019 c’è chi ha guadagnato il 28%

Pir, la sfuriata di Doris

Pir, il governo studia un make up nella manovra

Pir, un 2019 indigesto

Pir, la spada di Damocle del nuovo governo

Pir, l’abisso di giugno

Requiem for a Pir

Banca Mediolanum è l’highlander dei Pir

Pir, un maggio da profondo rosso

Pir, i risparmiatori tagliano la corda

Pir 2, uno sguardo al futuro

Pir 2: bene ma non benissimo

Pir, la raccolta crolla sotto i colpi della riforma

Habemus Pir 2: il decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Nuovi Pir fuori dal dl crescita

Pir, un piede nella fossa

Pir: l’assassino dei guadagni ha un volto

Oggi su BLUERATING NEWS: i Pir perdono il treno, Langé eletto

I nuovi Pir perdono il treno del dl Crescita

Il nodo Pir sul tavolo del consiglio dei ministri

Nuovi Pir, pronto il decreto attuativo

Nuovi Pir e Eltif, il governo sfida il Mef

Pir, febbraio nero per la raccolta

Nuovi Pir, oltre 70 pmi dove investire

Nuovi Pir, l’industria del risparmio dice “no” ai vincoli

Nuovi Pir col tetto: sarà di 15 milioni per Pmi

Pir, il grande gelo continua

Pir e Eltif, gemelli diversi

Oggi su BLUERATING NEWS: Mifid, polizze e pir

Pir, lo stallo frena il settore

Ti può anche interessare

Assicurazioni, le italiane promosse agli stress test

I risultati della "prova" ...

Foti: “Fineco è unica in Europa”

“Il profilo di Fineco è la perfetta evoluzione della specie, la simbiosi tra la tech company ...

Fideuram ISPB, il banker in stile millennial

Investire sui giovani di talento è la chiave per dare inizio al ricambio generazionale nel mondo de ...