Banca Generali accelera con Lamborghini sull’innovazione

A
A
A
di Andrea Giacobino 28 Novembre 2019 | 08:24
La banca del Leone questa volta porta il “Toro” tra i banchi del Politecnico di Milano.

Il confronto tra due pesi massimi del private banking e delle auto di lusso svoltosi ieri davanti agli studenti del Politecnico di Milano è partito dal ruolo della tecnologia nei rispettivi business, per arrivare poi alle sfide per l’evoluzione dei propri servizi. E se Gian Maria Mossa, a.d. di Banca Generali, si è mostrato a suo agio con il contributo delle start up e delle piattaforme fintech per arricchire il proprio modello di ecosistema digitale aperto; Stefano Domenicali numero 1 di Lamborghini, ha spiegato come l’innovazione riesca ad inserirsi anche in un prodotto di nicchia come il “Toro” di Sant’Agata Bolognese”, ma senza deludere le aspettative e i bisogni dei clienti.

“Ci approcciamo alle start up in primis – ha detto Mossa – per valutarne l’impatto tecnologico sui nostri sistemi e servizi, oltre all’ottica di investimento e alle analisi che possiamo apportare per conto di interlocutori stranieri che vogliono affacciarsi sul mercato”. Per Domenicali, uomo immagine di lungo corso nella scuderia corse di Ferrari prima di passare nel 2016 per il marchio sportivo del gruppo Audi, la ricerca dell’eccellenza e dell’esclusività passa per forza di cose dall’innovazione. I timbro inconfondibile delle proprie auto resta fedele al motore a combustione, anche i 12 cilindri ormai in disuso in tanti marchi sportivi. “Consegniamo quest’anno – ha detto – oltre 8 mila auto, un numero record, ma è importante interrogarsi sul livello ottimale tra dimensione ed esclusività del nostro marchio, poiché nuovi prodotti aprono a nuove opportunità ma la sostenibilità del nostro business passa anche dalla desiderabilità e dall’appeal che riusciamo a trasmettere”.

Toro e Leone uniti dunque dall’attenzione all’innovazione e dalla corsa alla crescita. Su questo fronte infatti sotto la livrea classica da private bank di Banca Generali si nasconde un motore da 2000 consulenti private al top del settore che hanno portato la banca a quasi triplicare anch’essa le proprie dimensioni negli ultimi 5 anni.

Clicca sulla schermata qui sotto per vedere il video dell’evento

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, gran colpo da Azimut per il private

Banca Generali, it’s Time to change

Generali, per i soci è tempo di mostrare le carte

NEWSLETTER
Iscriviti
X