Consulenti, è boom di certificates

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 2 Dicembre 2019 | 16:03
I certificati d’investimento hanno registrato una crescita di oltre il 10% nel portafogli dei clienti delle banche-reti

Una crescita di oltre il 10%. E’ quella registrata dal valore dei certificati d’investimento (certificates) nel portafoglio dei clienti delle banche-reti. A rivelarlo è l’ultimo report trimestrale dell’associazione di categoria Assoreti, che passa come sempre al setaccio gli asset della clientela dei consulenti finanziari italiani. La quota destinata ai certificates è oggi ancora largamente minoritaria (0,9%), per un valore assoluto che sfiora i 6 miliardi di euro u oltre 600 miliardi. Tuttavia, la crescita su base trimestrale di questa categoria di prodotti è stata pari appunto a oltre 10 punti percentuali. Il che assegna ai certificati d’investimento il primato tra gli strumenti finanziari che crescono di più in questo momento nei portafogli gestiti dai financial advisor.

Aumento consistente anche per i titoli azionari (+7,3%), per gli exchange traded products (+6,9%) in calo invece i titoli di Stato (-8,9%). La liquidità in portafoglio ha raggiunto  i 95,3 miliardi di euro (+6,9%) e rappresenta il 15,9% del portafoglio dei clienti delle reti. I fondi aperti di diritto italiano, nel loro complesso, hanno raggiunto un controvalore di 23,1 miliardi (+1,4%), mentre il nav dei fondi chiusi mobiliari è risultato pari a 1,4 miliardi di euro (+11,1%). Il patrimonio dei prodotti assicurativi e previdenziali è salito a 160,8 miliardi di euro, evidenziando una crescita del 2,4% e un’incidenza del 26,8% sul portafoglio complessivo.

Di seguito la composizione del patrimonio gestito dai consulenti abilitati all’offerta fuori sede, secondo le rilevazioni di Assoreti.

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Reti, la raccolta resta tonica

Reti, sei mesi a tutto gas (nonostante il lockdown)

Reti, dove investono i clienti

Raccolta pro capite, Fineco stacca tutti

Assoreti, un trimestre senza paura del Covid-19

Assoreti, a marzo la raccolta non cede al Covid-19

Covid-19, Assogestioni e Assoreti chiedono investimenti più semplici

Coronavirus, le reti si stanno dimostrando forti

Assoreti, Molesini confermato al timone

Assoreti, gennaio d’oro per la raccolta

Reti, un anno a gonfie vele

Reclutamento consulenti, testa a testa Credem-CheBanca!

Assoreti, a novembre raccolta solida anche se in frenata

Consulenti, il 2019 è l’anno della ripresa

Consulenti, scorpacciata di clienti per le reti

Assoreti, scatto bruciante della raccolta a ottobre

Convegno annuale Assoreti, la cronaca completa di Bluerating

Verso la consulenza “sociale”, parla Molesini (Assoreti)

Assoreti, raccolta positiva ma in frenata

Raccolta, fuga d’estate per Fideuram Ispb

Assoreti, a luglio raccolta e gestito sorridono ancora

Reti, patrimonio record: Ispb regina, Mediolanum padrona del gestito

Raccolta, il gruppo Fideuram Ispb è cannibale

Assoreti, raccolta da sballo a giugno

Raccolta: maggio sprint per ISPB. Mossa re del gestito

Assoreti: a maggio tanta liquidità e poco gestito

Anasf-Assoreti, accordi e disaccordi

Raccolta, Mossa siede sul trono di aprile

Assoreti: ad aprile la raccolta ringrazia gli assicurativi

Reti, patrimonio in crescita 

Reti: a marzo Fineco batte Fideuram al fotofinish

Contributi Consob, ora i consulenti vogliono un taglio

Reti, più clienti e un po’ di consulenti in meno

NEWSLETTER
Iscriviti
X