Consulenti, tre libri da mettere sotto l’albero

A
A
A
Avatar di Hillary Di Lernia 23 Dicembre 2019 | 08:30

Ultimi giorni di lavoro e poi le tanto attese feste natalizie, dove insieme al Natale, arrivano anche, pranzi infiniti in famiglia, tombolate con gli amici e lunghe giornate di relax; quale migliore occasione per leggere un bel libro cari consulenti?

Noi vi diamo un piccolo aiuto, consigliandovi 3 libri perfetti da leggere magari davanti ad un bel caminetto accesso o sorseggiando un calice di Château Lafite.

Business adventures. Otto storie classiche dal mondo dell’economia (John Brooks)

Il più rovinoso flop dell’industria automobilistica di tutti i tempi, il clamoroso successo della prima macchina xerografica da ufficio, la causa legale da cui è partita la normativa sull’insider trading. I saggi di John Brooks, pubblicati in origine negli anni Sessanta, dopo essere stati “riscoperti” da personaggi del calibro di Warren Buffett e Bill Gates, sono oggi considerati un caposaldo del pensiero economico. Senza tecnicismi e con un gusto per l’ironia che rende spassoso persino un saggio sul sistema fiscale americano, Brooks esamina otto vicende economiche e finanziarie esemplari dalle quali continuiamo ad avere molto da imparare.

 

Thinking, Fast and Slow (Daniel Kahneman)

Perché ci sono più possibilità di credere a qualcosa se è in grassetto? Perché i giudici hanno maggiori probabilità di negare la libertà condizionale prima di pranzo? Perché supponiamo che una persona di bell’aspetto sia più competente? La risposta sta nei due modi in cui facciamo le scelte: pensiero veloce, intuitivo e pensiero lento e razionale. Questo libro rivela come i nostri pensieri siano spesso in balia di errori e pregiudizi (anche quando pensiamo di essere logici) e offre alcune tecniche pratiche per pensare più lentamente e in modo più intelligente. Ti consentirà di prendere decisioni migliori sul lavoro, a casa e in tutto ciò che fai.


Il potere delle abitudini (Charles Duhigg)

La maggior parte delle scelte che compiamo ogni giorno non sono frutto di riflessioni consapevoli bensì di abitudini. E benché, singolarmente, non abbiano grande significato, nel loro complesso le abitudini influenzano enormemente la nostra salute, il nostro lavoro, la nostra situazione economica e la nostra felicità. Da secoli gli uomini studiano le abitudini, ma è solo negli ultimi anni che la neurologia, la psicologia, la sociologia e gli esperti di marketing hanno realmente iniziato a capire in che modo funzionano. Questo libro indaga la formazione delle abitudini sia a livello individuale sia collettivo, nelle aziende e nelle istituzioni. La buona notizia è che le abitudini non sono un destino: si possono ignorare, cambiare, sostituire o… mantenere.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti e social, manuale d’istruzioni per vincere la paura di esporsi

Consulenti, i consigli di scrittura per far svoltare la vostra comunicazione

Consulenti finanziari, gli Etf possono essere la svolta per il portafoglio dei clienti

NEWSLETTER
Iscriviti
X