Azimut, come sarà il 2020 sui mercati

A
A
A

La società fondata da Pietro Giuliani ha diffuso il suo outlook per gli investitori nel prossimo anno.

Andrea Telara di Andrea Telara13 gennaio 2020 | 11:47

Positivi sull’azionario e sull’obbligazionario dei paesi emergenti, negativi sul reddito fisso dei mercati sviluppati, neutrali sulle materie prime. E’questa, in sintesi, la visione sul 2020 di Azimut. La società fondata da Pietro Giuliani, che la scorsa settimana ha tenuto una convention a Montecarlo per festeggiare il trentesimo anno di vita (leggi qui la notizia), ha diffuso per la prima volta un outlook sull’andamento nel prossimo anno delle piazze finanziarie internazionali. Nonostante  l’azionario sia di nuovo ai massimi, Azimut resta ottimista nel medio e lungo termine anche se  “il mercato potrebbe essere vulnerabile ad alcune prese di profitto a breve / medio termine”.  Ciononostante, gli indici azionari europei sono visti dai gestori di Azimut come l’investimento preferito per il 2020, mentre gli Stati Uniti sono visti in sottopeso”.

Nel reddito fisso, la società presieduta da Giuliani consiglia di evitare in particolare i titoli di stato europei e le obbligazioni con lunga durata. “Le obbligazioni legate all’inflazione e le strategie sulle curve in rialzo potrebbero essere invece le migliori soluzioni di investimento all’interno delle obbligazioni sovrane”. La view sull’obbligazionario dei paesi emergenti è invece leggermente positiva nel lungo termine e più decisamente positiva nel breve termine. : “le banche centrali globali”, sottolineano gli esperti di Azimut, “sono ancora accomodanti, la ripresa globale è in corso, c’è un sentiment più incline al rischio, si va verso la risoluzione della trade war, si sono verificati grandi deflussi dalle principali asset class negli ultimi mesi e gli spread non sono ancora così compressi (le banche centrali dei mercati emergenti non si sono impegnate in QE sui loro titoli)”.  Sempre sui mercati emergenti, secondo Azimut,  “si presenta un maggior valore nel segmento Investment Grade rispetto all’High Yield”.

Per le materie prime, la posizione è neutrale con una propensione positiva sia a lungo che a medio termine. La preferenza di Azimut per i metalli preziosi continua. prima di incrementare il settore dell’energia e delle materie prime industriali è meglio invece attendere che la ripresa globale sia in atto. Su quest’ultimo punto gli esperti della società sono ottimisti e intravedono nel 2020 diversi segnali che fanno pensare a un andamento più robusto del pil globale.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, tante grazie ai consulenti

Reti, un anno da Cani

Giuliani (Azimut): “Così abbiamo battuto ogni record e cresceremo ancora”

Azimut, la festa dei 30 anni. Intervista a Pietro Giuliani

Azimut, le ragioni di un trionfo

Banche e reti, in Borsa è stato un anno da leoni

Azimut, un saluto commosso a Tardelli

Azimut, Giuliani e oltre 300 motivi per essere felici

Azimut, nasce la struttura dedicata ai super ricchi

Azimut, Goldman Sachs sale nel capitale

Azimut, due super consulenti per la Lombardia

Azimut, il sogno americano

Azimut, Fitch rivede al ribasso il rating

Azimut, raccolta positiva e cambio in vista per le fee

Reti Champions League: quarti da urlo, ecco chi passa alle semifinali

Azimut, maxi prestito da 500 milioni di euro

Azimut, sua maestà il dividend yield

Azimut, una newco americana per gli alternativi

Azimut, 30 candeline alla faccia dei gufi

Banca Generali mette il turbo sulla consulenza evoluta

Azimut, 7 miliardi di motivi per essere sostenibili

Anasf, due nuovi appuntamenti sul territorio

Azimut, la raccolta 4.0

Azimut, un utile straripante

Azimut, rendimenti a doppia cifra con le Pmi

Azimut, i nuovi piani dopo Ali Expo

Azimut: un ingresso, quattro mosse e un grande obiettivo

Azimut, partnership con Illimity per i consulenti

Azimut, Martini presenta Ali Expo

Azimut, manca poco ad Ali Expo

Fusione CheBanca!-Mediolanum? Le ipotesi degli analisti

Consulenti, un libro per investire nell’economia reale

Consulenza e illiquidi, tra rivoluzione e rischi

Ti può anche interessare

Oggi su BLUERATING NEWS: consulenti e Guardia di Finanza

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

I CF Webinars sbarcano all’Efpa di Torino 

I CF Webinars, cicli di incontri organizzati da Unicredit con la collaborazione di Bluerating, sbarc ...

SocGen ed Mps, tra esuberi e tagli alle filiali

Monte dei Paschi di Siena e Société Générale, banche diverse con piani simili di riduzione di fi ...