Azimut, come sarà il 2020 sui mercati

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 13 Gennaio 2020 | 11:47
La società fondata da Pietro Giuliani ha diffuso il suo outlook per gli investitori nel prossimo anno.

Positivi sull’azionario e sull’obbligazionario dei paesi emergenti, negativi sul reddito fisso dei mercati sviluppati, neutrali sulle materie prime. E’questa, in sintesi, la visione sul 2020 di Azimut. La società fondata da Pietro Giuliani, che la scorsa settimana ha tenuto una convention a Montecarlo per festeggiare il trentesimo anno di vita (leggi qui la notizia), ha diffuso per la prima volta un outlook sull’andamento nel prossimo anno delle piazze finanziarie internazionali. Nonostante  l’azionario sia di nuovo ai massimi, Azimut resta ottimista nel medio e lungo termine anche se  “il mercato potrebbe essere vulnerabile ad alcune prese di profitto a breve / medio termine”.  Ciononostante, gli indici azionari europei sono visti dai gestori di Azimut come l’investimento preferito per il 2020, mentre gli Stati Uniti sono visti in sottopeso”.

Nel reddito fisso, la società presieduta da Giuliani consiglia di evitare in particolare i titoli di stato europei e le obbligazioni con lunga durata. “Le obbligazioni legate all’inflazione e le strategie sulle curve in rialzo potrebbero essere invece le migliori soluzioni di investimento all’interno delle obbligazioni sovrane”. La view sull’obbligazionario dei paesi emergenti è invece leggermente positiva nel lungo termine e più decisamente positiva nel breve termine. : “le banche centrali globali”, sottolineano gli esperti di Azimut, “sono ancora accomodanti, la ripresa globale è in corso, c’è un sentiment più incline al rischio, si va verso la risoluzione della trade war, si sono verificati grandi deflussi dalle principali asset class negli ultimi mesi e gli spread non sono ancora così compressi (le banche centrali dei mercati emergenti non si sono impegnate in QE sui loro titoli)”.  Sempre sui mercati emergenti, secondo Azimut,  “si presenta un maggior valore nel segmento Investment Grade rispetto all’High Yield”.

Per le materie prime, la posizione è neutrale con una propensione positiva sia a lungo che a medio termine. La preferenza di Azimut per i metalli preziosi continua. prima di incrementare il settore dell’energia e delle materie prime industriali è meglio invece attendere che la ripresa globale sia in atto. Su quest’ultimo punto gli esperti della società sono ottimisti e intravedono nel 2020 diversi segnali che fanno pensare a un andamento più robusto del pil globale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: tra religione ed elicotteri, le domande impossibili a Giuliani

Azimut, un nuovo successo per il corporate finance

Azimut e gli Escalona, quando la consulenza è una tradizione di famiglia

Investimenti, 6 strategie dei big delle reti a confronto

Azimut, una mossa per la crescita sociale

Reti, dopo il Covid-19: Azimut, la coscienza sostenibile

Reti, dopo le trimestrali è il momento dei confronti

Giuliani (Azimut): niente paura per l’utile

Consulenti, ecco i fondi delle reti che possono aiutare l’Italia

Azimut, dove investono i suoi clienti

Azimut, la raccolta regge anche ad aprile

Azimut, arrivano dividendo, buy-back e whitewash

Azimut, accelerata sul fintech

Azimut, Giuliani e soci pronti all’azione

Azimut, a marzo raccolta in positivo e ok al dividendo

Azimut, quando il consulente ti trova la mascherina

Azimut, i compensi ai top manager

Azimut lancia un nuovo strumento per aiutare le attività commerciali

Azimut sempre più in prima linea contro il Coronavirus

Azimut, il Coronavirus non ferma Timone Fiduciaria

Reti, basta slogan. La verità messa a nudo sui giovani consulenti

Coronavirus, un virus per le reti

Doris, Giuliani e Foti: i big delle reti contro le paure di cf e clienti

Azimut, utile record e obiettivi per ora confermati

Azimut, anche per Bufi ci vuole consulenza

Azimut, la lode al consulente nell’emergenza di Paolo Martini

Azimut, tutti i numeri del patto di sindacato

Banche e reti, il duro bilancio di Borsa del Coronavirus

Azimut acquista 50 milioni di Azimut

Consulenti, anche le reti soffrono il Coronavirus

Azimut, Giuliani rivendica il valore della società

Azimut, Timone Fiduciaria riduce la quota

Consulenti, il private asset diventa democratico

Ti può anche interessare

Credem, il nuovo corso del wealth management

Euromobiliare Advisory SIM (EA SIM), Euromobiliare Asset Management SGR e  Credemvita, società del ...

Allianz, crescita a doppia cifra nell’advisory

Allianz Italia ha registrato nel 2019 un’importante crescita nella raccolta Danni, in particolare ...

Unione bancaria, la mina dei derivati sugli istituti europei

La discussione sull’Unione bancaria europea, rilanciata nei giorni scorsi con la proposta avan ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X