Azimut, tante grazie ai consulenti

A
A
A
di Redazione 13 Gennaio 2020 | 16:11
Raccolta netta della società pari a 350 milioni di euro e dicembre e a 4,6 miliardi nell’intero anno. Il presidente Pietro Giuliani attribuisce i meriti dei risultati alla rete dei financial advisor italiani

Il gruppo Azimut ha registrato nel mese di dicembre 2019 una raccolta netta positiva per  349 milioni di euro, portando così i flussi dell’intero anno a 4,6 miliardi. Il totale delle masse  si attesta a fine dicembre a  59,1 miliardi, di cui 46 miliardi fanno riferimento alle masse gestite. A fine 2019, il numero dei consulenti finanziari e wealth manager ammontava a 1.788 unità.

Pietro Giuliani, presidente del gruppo, ha  commentato: “Archiviamo il 2019 con soddisfazione grazie a una raccolta netta totale di 4,6 miliardi di euro, derivata quasi interamente da attività organiche, e una performance media netta al cliente di 8,5% che ci hanno permesso di raggiungere per la prima volta nella nostra storia 59,1 miliardi di patrimonio complessivo. I flussi di dicembre, sostenuti in particolare dal dinamismo dei consulenti in Italia, hanno contributo per 350 milioni di euro principalmente costituiti da soluzioni di risparmio gestito. I risultati dell’anno appena concluso, con un fatturato tra € 1,00 – 1,03mld e un utile netto tra i € 360 – 370mln, confermano la crescita costante delle attività internazionali del Gruppo, con i mercati esteri che contribuiscono positivamente grazie ad una maggiore diversificazione, e la forte capacità della nostra rete italiana con una raccolta netta, escludendo operazioni di acquisizione, cresciuta del 130% rispetto al 2018.”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, gran colpo da Azimut per il private

Azimut, un finanziamento per il “made in Italy”

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

NEWSLETTER
Iscriviti
X