Interessi negativi, euro botta da 25 miliardi per le banche

A
A
A

Un rapporto di Deposit Solutions ha calcolato l’impatto degli interessi negativi a livello europeo. La banche italiane hanno beneficiato del sistema di tiering

Marcello Astorri di Marcello Astorri24 gennaio 2020 | 13:05

Ammontano a 25 miliardi di euro gli interessi pagati dalle banche europee alla BCE, inclusi i € 6,7 miliardi del 2019. In particolare, le più penalizzate sono state le banche tedesche che hanno contribuito per un terzo (33%), seguite subito dopo da quelle francesi che hanno contribuito per un quarto (25%): questi i numeri che emergono dall’analisi condotta da Deposit Solutions sull’impatto che i tassi di interesse negativi hanno avuto sul sistema bancario europeo a partire dalla loro introduzione nel 2014.

In particolare, sul fronte italiano, lo studio di Deposit Solutions rivela che le banche italiane hanno pagato il 4,1% dei trasferimenti alla BCE, per un controvalore di circa 1 miliardo di euro di interessi negativi. La buona notizia è che il nostro Paese è uno dei maggiori beneficiari del nuovo sistema di tiering a due livelli introdotto dalla Banca Centrale Europea nell’ottobre del 2019 con l’obiettivo di alleviare l’impatto degli interessi negativi sulle banche.

Secondo il nuovo sistema di tiering, infatti, l’ammontare di riserve pari a sei volte la riserva minima obbligatoria di ciascuna banca depositato presso le Banche Centrali Nazionali è esente dal tasso di interesse negativo. Pertanto, la misura con la quale una banca percepirà tale sgravio dipende da quanto la propria liquidità in eccesso supera la riserva minima. A novembre dello scorso anno, questo nuovo sistema esentava il 78% dell’eccesso di liquidità delle banche italiane.

Nel novembre 2019, le banche tedesche hanno riportato eccessi di deposito per un totale di 640 miliardi di euro. Sei volte la loro riserva minima equivale a 224 miliardi di euro, quota eligibile a essere esclusa dagli interessi negativi all’interno del nuovo sistema a due livelli (35% della liquidità in eccesso). Le banche italiane hanno invece accumulato eccessi di deposito per 139 miliardi di euro a fronte di un’esenzione di 108 miliardi di euro, pari al 78% delle eccedenze. In Spagna, Portogallo, Grecia e Slovacchia, le quote totali sono persino superiori agli eccessi di deposito delle banche a livello aggregato.

Una riduzione di 10 punti base dei tassi di interesse comporterebbe addebiti aggiuntivi per 1 miliardo di euro

Nell’ambito del proprio studio, che viene pubblicato in occasione del World Economic Forum di Davos, Deposit Solutions mostra come anche come gli oneri legati ai tassi di interesse negativi si sviluppano nell’area dell’euro, a seconda che la BCE tagli o aumenti i tassi. Secondo questa analisi, ogni riduzione del tasso di interesse di 10 punti base comporterebbe un onere aggiuntivo di 1 miliardo di euro per le banche dell’Eurozona, di cui le banche tedesche rappresenterebbero circa 330 milioni di euro. Di conseguenza, ogni aumento di 10 punti base comporterebbe nell’Eurozona una riduzione di 1 miliardo di euro.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, ecco le pagelle della Bce

Bce, la Lagarde non tocca i tassi e continua il Qe

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Bce, scatta il tiering

Bce, il commiato di Draghi

Draghi, l’ultimo ruggito: tasso depositi a -0,50%, torna il Qe

Banche, attacco alla Bce

Bce: banche, preparatevi all’hard Brexit

Eurobond, l’apertura di Lagarde

Bce, il bazooka spinge in borsa i titoli di banche e reti

La gufata del venerdì: la Bce ha il cannone scarico

Bce: tassi fermi ma serve sostegno

Nomine Ue, accordo per Lagarde alla Bce

Fed, Powell prepara il taglio dei tassi

Bce, Draghi rispolvera il cannone

Fed, i mercati si aspettano il taglio dei tassi

Bce, Draghi tira le orecchie al governo

Nuova Bce, Weidmann in pole

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Btp, rendimenti giù sull’onda Bce

Day after Bce, titoli bancari col fiato corto

La Bce defibrilla l’economia: tassi invariati e nuovi prestiti alle banche

Draghi: nubi sull’Europa

Banche italiane nella morsa Bce: diktat sugli Npl

Mercati globali, la Bce lancia l’allarme

L’italiano Enria guiderà la Vigilanza bancaria europea

Manovra, il governo cerca una difficile pace con la Commissione

Manovra, arriva anche la bastonata di Draghi

Banche, si avvicina il novembre nero

Vigilanza Bce, Enria in lizza per sostituire la Nouy

Il controllore bacchettato

Aberdeen Standard Investments: Bce, una decisione hawkish

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Ti può anche interessare

Banca Generali, tutti i piani di Gian Maria Mossa

“Abbiamo già realizzato un’operazione con Nextam” e “se ci sarà l’op ...

Banche, l’Inventive Banking sarà fondamentale

E’ inutile trovare scuse. Le banche devono diventare inventive, attraverso una forte sinergia ...

Borse, la crisi di governo affossa le reti

La tempesta sul governo italiano ha riversato una secchiata di rosso su Piazza Affari. Lo spread tra ...