Deutsche Bank, nuovo bilancio in rosso: persi oltre 5 miliardi di euro nel 2019

A
A
A
Massimiliano Carrà di Massimiliano Carrà 30 Gennaio 2020 | 10:33

I numeri di bilancio non sorridono a Deutsche Bank . La banca tedesca ha infatti chiuso il 2019 con una perdita netta di oltre 5 miliardi di euro, con precisione 5,265 miliardi di euro, oltre quindi le prospettive degli analisti che prevedevano una perdita media di 5 miliardi. 

Come sottolinea MF, questa è la quinta volta che Deutsche Bank chiude il bilancio annuale in rosso, segno appunto che l’istituto di credito tedesco non riesce a invertire la rotta e continua la sua performance negativa. 

Deutsche Bank: le voci che hanno pesato di più sul bilancio

Entrando nel merito del bilancio annuale del 2019 reso noto da Deutsche Bank, si può evincere che la voce che ha pesato di più è quella inerente ai costi di ristrutturazione e le rettifiche: 3 miliardi di euro, ossia oltre il 50% delle perdite totali.  Male anche i ricavi totali del 2019. Essi infatti si sono attestati a 23,165 miliardi di euro, in calo di oltre 2 miliardi (-8%) rispetto a quelli registrati nel precedente bilancio del 2018: 25,316 miliardi di euro. 

Analizzando invece il quarto trimestre 2019, a fronte di 5,349 miliardi di ricavi (-4% rispetto al 2018), la perdita è stata di 1,483 miliardi, oltre le previsioni degli analisti che l’avevano fissata a 1,04 miliardi di euro (nel 2018 si attestava a 409 milioni di euro). Fiducioso comunque Christian Sewing, ad della banca tedesca che ha dichiarato: “la stabilizzazione degli utili nella seconda metà del 2019 e la nostra costante disciplina nel controllo dei costi hanno portato a un risultato operativo migliore rispetto al 2018. Le attività dei clienti si stanno sviluppando positivamente su tutta la linea”.

Secondo quanto riportato da Bloomberg, per ridurre i costi Deutsche Bank ha dato vita a tre operazioni:

  • ha ridotto i bonus della banca d’investimento di circa il 30 per cento;
  • sta posticipando gli aumenti salariali annuali di tre mesi spostandoli al primo aprile;
  • il consiglio di amministrazione ha deciso di rinunciare a una parte dei suoi bonus.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Poste, trimestrale di lusso e un boccone di dividendo

Banca Generali, i conti conquistano gli analisti

Mediobanca, l’utile quadruplica e la rete si rafforza

NEWSLETTER
Iscriviti
X