Fideuram ISPB, profitti in ascesa

A
A
A
di Redazione 4 Febbraio 2020 | 14:23
La divisione Private Banking del gruppo Intesa Sanpaolo chiude il 2019 con un risultato netto di 919 milioni in crescita dell’8,4% su base annua (+18,4% nel quarto trimestre).

Crescono i ricavi operativi e il risultato netto. Si è chiuso così l’esercizio 2019 della divisione Private Banking del gruppo Intesa Sanpaolo, che presto sarà guidata da Tommaso Corcos (si veda qui la notizia). La capogruppo Intesa Sanpaolo ha infatti pubblicato i dati di bilancio sull’anno scorso e sul quarto trimestre del 2019, scorporandoli come sempre nel dettaglio per diverse aree di business. La divisione  Private Banking è costituita come noto da Fideuram e dalle sue controllate: Fideuram Investimenti, Intesa Sanpaolo Private Banking, SIREF Fiduciaria, Intesa Sanpaolo Private Bank (Suisse) Morval e Fideuram Asset Management Ireland. Nell’intero 2019, la galassia societaria guidata oggi da Paolo Molesini (in attesa dell’arrivo di Corcos a primavera) ha realizzato proventi operativi netti per 1.971 milioni (+5,2% su base annua) e un utile netto di 919 milioni, (+8,4% rispetto al 2018). In accelerazione il business dell’ultimo trimestre dell’anno, durante il quale sono stati realizzati dalla galassia Fideuram proventi operativi netti per 526 milioni, (+9,2% sul terzo trimestre) e un risultato netto pari a 246 milioni (+18,4% rispetto al terzo trimestre)

Ecco di seguito nel dettaglio i risultati del quarto trimestre 2019:

  • proventi operativi netti per 526 milioni, +9,2% rispetto a 482 milioni del terzo trimestre 2019;
  • –  costi operativi per 164 milioni, +2,6% rispetto a 160 milioni del terzo trimestre 2019;
  • –  un risultato della gestione operativa di 362 milioni, +12,5% rispetto a 322 milioni del 2018
  • un cost/income ratio al 31,2% rispetto al 33,2% del terzo trimestre 2019;
  • – un risultato corrente lordo pari a 368 milioni, +19,5% rispetto a 308 milioni del terzo rimestre 2019;
  • –  un risultato netto pari a 246 milioni, +18,4% rispetto a 208 milioni del terzo trimestre

Ecco  di seguito i risultati relativi all’intero esercizio 2019:

  • –  proventi operativi netti per 1.971 milioni, +5,2% rispetto a 1.874 milioni del 2018, pari a circa l’ 11% dei proventi operativi netti consolidati del Gruppo (11% anche nel 2018);
  • –  costi operativi per 613 milioni, +3,4% rispetto a 593 milioni del 2018;
  • –  un risultato della gestione operativa di 1.358 milioni, +6% rispetto a 1.281 milioni del 2018;
  • –  un cost/income ratio al 31,1% rispetto al 31,6% del 2018;
  • –  un ammontare complessivo di accantonamenti e rettifiche di valore nette pari a 32 milioni, rispetto a 8 milioni del 2018;
  • –  un risultato corrente lordo pari a 1.335 milioni, +4,1% rispetto a 1.283 milioni del 2018;
  • –  un risultato netto pari a 919 milioni, +8,4% rispetto a 848 milioni del 2018.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

IW Private Investments, una rete che fa gol

Fideuram Ispb, una nuova partnership per il digital wealth management

Fideuram Ispb, ecco come funziona la remunerazione dei consulenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X