Ing, stangata della Banca d’Italia

A
A
A
di Andrea Giacobino 12 Febbraio 2020 | 20:59
Via Nazionale sanziona l’istituto olandese attivo in Italia per 3,5 milioni di euro. Appena chiuso il patteggiamento da 30 milioni.

Dopo l’inchiesta della Procura di Milano, il blocco dei nuovi clienti e il recente maxipatteggiamento, su Ing Bank Nv arriva la stangata della Banca d’Italia. Con un provvedimento firmato dal governatore Ignazio Visco, infatti, Via Nazionale ha inflitto all’istituto olandese attivo in Italia una multa di 3,5 milioni di euro per “carenze negli obblighi di adeguata verifica della clientela”.

Settimana scorsa Ing ha chiuso con un patteggiamento il suo coinvolgimento nell’inchiesta della procura su alcune operazione sospette effettuate da suoi clienti in barba alle norme anti riciclaggio non seguite dal gruppo olandese. La filiale italiana della banca dei Paesi Bassi ha versato 30 milioni di euro, 29 milioni come profitto del reato e un milione come sanzione pecuniaria e il Gip di Milano Roberto Crepaldi ha ratificato il patteggiamento. L’inchiesta dei pm Francesco Ciardi e Gaetano Ruta vedeva al centro 355 operazioni di sospetto riciclaggio sui conti dell’istituto, usati dai clienti per depositare soldi frutto di micro-truffe approfittando di falle nei controlli.

Il 16 marzo 2019 la Banca d’Italia aveva imposto a Ing Bank “di astenersi dall’intraprendere operazioni con nuova clientela”, senza però intaccare l’operatività con i già clienti i quali hanno potuto continuare a operare con il gruppo bancario senza alcuna limitazione. Il provvedimento scattò a seguito di “verifiche ispettive” eseguite da Via Nazionale dall’1 ottobre 2018 al 18 gennaio 2019: dall’ispezione emerse una carenza “nel rispetto della normativa in materia di antiriciclaggio”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ING, lo smart working arriva in filiale

Ing, in Italia lo smart working è il futuro

Il risparmio ai tempi del coronavirus: i tre nuovi trend in Europa e in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X