Credit Suisse, Thiam si sente vittima del pregiudizio

A
A
A
Avatar di Redazione14 febbraio 2020 | 11:09

Tidjan Thiam si sente vittima di pregiudizi xenofobi. L’ormai ex ceo di Credit Suisse, costretto a dimettersi nei giorni scorsi dopo lo scandalo dei pedinamenti ai top manager, ieri, alla presentazione dei conti a Zurigo, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa: “Io sono quello che sono e non posso cambiare chi sono”, sono le dichiarazioni del banchiere franco ivoriano riportate dal Financial Times, “Ho sempre pensato che essere contro a qualcuno per chi è, sia l’essenza dell’ingiustizia”. Le dichiarazioni di Thiam, scrive sempre il Ft, arrivano alcuni giorni dopo che l’ormai ex ceo ha perso la battaglia in cda con Urs Rohner, il presidente del consiglio d’amministrazione. Rohner, tuttavia, ha detto che il cda ha dovuto abbandonare Thiam per proteggere la reputazione della banca e rigettato le accuse di xenofobia.

Thiam se ne va dall’istituto dopo circa quattro anni e mezzo. Nel suo intervento ha rivendicato gli ultimi risultati di bilancio, effettivamente buoni: la divisione international dell’istituto elvetico, infatti, ha chiuso il 2019 con un utile pre-tasse in progresso del 25% nel confronto annuo, a quota 2,1 miliardi di franchi svizzeri (1,97 miliardi di euro). Bene anche la dinamica dei ricavi netti, saliti del 9% sul 2018. “La nostra performance nel 2019, il primo anno pieno dopo la ristrutturazione, ci mostra quanto la banca sia cambiata”.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Credit Suisse AM, svolta sugli etf

Credit Suisse, resa dei conti ai vertici

Credit Suisse, ammesso un altro caso di spionaggio

Fondi di investimento: stretta di mano tra Credit Suisse e Lombard Odier

Credit Suisse, l’utile raddoppia sulla scia del wealth management

Global Wealth 2019: stiamo diventando più ricchi

Credit Suisse, ritorno di fiamma americano per il wealth management

Credit Suisse, Vio guida l’Italia

Credit Suisse AM, ecco un nuovo portfolio manager

Wealth management, colpo grosso di Ubs

Credit Suisse: basta nuove filiali e milioni sul digital

Credit Suisse, secondo trimestre in grande spolvero

Credit Suisse toppa lo stress test della Fed

Trimestrali contrastanti per le big svizzere

Salone del Risparmio, Credit Suisse AM prosegue il Viaggio nel Futuro

Viaggio nel futuro con Credit Suisse AM

Wealth management, Spreafico passa da Indosuez a Credit Suisse

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Credit Suisse AM

Credit Suisse AG, un nuovo asso per il real estate

Bellingeri lascia iShares per Credit Suisse

Credit Suisse, altri 30 milioni in Italia

Credit Suisse, i numeri del trimestre deludono

La scure di Credit Suisse sulle banche italiane

Credit Suisse, i bond sulle ali del Dragone

Risparmio gestito, il revival della bancassicurazione

Allianz Bank, la rete ha un portafoglio in salute

Rivivi il roadshow Road to the future

Rompere gli schemi dell’asset allocation

Robotica, un fondo di Credit Suisse AM nelle polizze di Allianz

Societe Generale tende la mano ai gestori

Road to the future apre i cancelli

Credit Suisse, rendimento sulla rotta di Marco Polo

Credit Suisse, la bussola dei bond

Ti può anche interessare

Fee only, il 2020 parte fiacco

Ci eravamo lasciati in chiusura di 2019 con 272 autonomi e 40 scf, per un totale di 312 elementi, do ...

Credem, virata direzione polizze

Come già successo qualche tempo fa con altri importanti protagonisti del mercato italiano, un’ ...

Credem, il rating è ancora sopra la media

Moody’s ha confermato tutti i rating assegnati a Credito Emiliano (Credem). Tale decisione riflett ...