Ubi Banca lancia il fee-only

A
A
A
di Andrea Giacobino 17 Febbraio 2020 | 11:47

Nel piano industriale 2020-2022 di Ubi Banca presentato oggi dall’a.d. Victor Massiah (nella foto) è previsto un ulteriore rafforzamento del servizio ai clienti high end (premium, private, corporate, CIB) grazie a un’evoluzione delle piattaforme esistenti e a un forte investimento in formazione e specializzazione dei team.

Il gruppo investirà in servizi di qualità da offrire ai clienti “high end”. L’incremento della raccolta totale dei due segmenti (Premium e Private), prevista attestarsi a circa 108 miliardi di euro nel 2022 (vs 101 circa a fine 2019), sarà abilitata da iniziative ad hoc: sono previsti investimenti per digitalizzare e supportare i relationship managers del segmento Premium. Ad esempio verrà realizzato un nuovo servizio di wealth advisory per i gestori Premium facendo leva sulla consolidata esperienza nel private banking. Saranno poi introdotti nuovi servizi di consulenza “fee only” e “fee on top” nel 2020; verrà rafforzata la rete di consulenti finanziari di IW Bank PI attesa crescere a circa 830 cf nel 2022 da circa 690 cf nel 2019. Sistemi di advanced analytics e account aggregation saranno poi utilizzati per sviluppare la quota di portafoglio della clientela.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Intesa-Ubi, volemose tanto bene

Fideuram assorbe IwBank

Intesa-Ubi, c’è l’accordo per il grande esodo dei cinquemila a Bper

NEWSLETTER
Iscriviti
X