Consulenti, anche le reti soffrono il Coronavirus

A
A
A
di Redazione 24 Febbraio 2020 | 10:23

Borsa a picco, spread che si allarga e titoli legati alle Banche reti in sofferenza. È il bilancio del lunedì nero del Coronavirus. La stessa Consob ha fatto sapere che vigilerà sulle contrattazioni e, qualora ci fossero crolli eccessivi, ne disporrà la sospensione. Venendo ai numeri, da subito la giornata è apparsa in grande salita per tutta Piazza Affari. Il Ftse Mib a ridosso della chiusure è arrivato a perdere quasi il 6%.  Sale lo spread, lievitato a quota 143 punti. In tutto il Ftse Mib non si trovano titoli in rialzo. Al contrario, la lista dei ribassi si estende a perdita d’occhio: tra i titoli legati alle banche-reti, il più in sofferenza è Azimut che è arrivato a perdere oltre l’8% (in giornata il cda della società ha annunciato un buy back per 50 milioni di euro). Male anche FinecoBank, che a poco più di un’ora dalla chiusura lasciava sul terreno oltre il 7%. Non va tanto meglio a Banca Mediolanum (-6,9%) e Banca Generali (-7%). 

Non sono rose anche per Intesa Sanpaolo (capogruppo di Fideuram) con un -6,4%. Mentre Ubi Banca, che ha in pancia IW Bank PI, cede il 5,8%. In avvio di seduta c’era stata una raffica di sospensioni tra i titoli a maggiore capitalizzazione, come riporta Radicor 24, tra cui anche Azimut.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, il wealth manager si racconta

Azimut LB, una nuova visione per il portafoglio

Azimut LI, un nuovo investimento all’insegna della digitalizzazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X