Fineco, Foti fa il pompiere sul Coronavirus

A
A
A
di Redazione 26 Febbraio 2020 | 10:50

In un momento dove il panico da Coronavirus la fa da padrone, l’ad e dg di FinecoBank cerca di calmare gli animi dopo i pesanti scossoni di Borsa dei giorni scorsi. Per farlo, Alessandro Foti si affida alle colonne di Repubblica: “Solo negli ultimi 15 anni abbiamo visto la Sars, la febbre suina, la Zika, di cui ci si è abbondantemente dimenticati. In tutti e tre i casi a un’iniziale correzione violenta dei listini ha corrisposto entro mesi una ripresa con gli interessi”. Per Foti quindi adesso non si deve cedere all’ansia: “Quando i prezzi scendono tendenzialmente bisognerebbe comprare altre azioni”.

Il manager di Fineco dice di non sapere quando finirà l’emergenza, ma anche che non avrà il minimo dubbio sul fatto che si scoprirà presto un vaccino per il Coronavirus. L’intervista poi fila via sul costi dell’industria del risparmio italiano, tra le più care al mondo: “È più che altro una questione di trasparenza”, commenta Foti, “se quando entro in un negozio il commesso mi fa vedere le merci e mi elenca i costi, io sono in grado di valutare e prendere le mie scelte. Se invece l’etichetta non si vede, o ci sono prodotti che incorporano i costi, diventa difficile fare una scelta consapevole”. Quindi Foti indica la via che seguirà Fineco: “Garantire servizi trasparenti e ben prezzati è il viatico perché sempre più italiani investano in modo evoluto. Con vantaggi alla lunga anche per i gestori: è meglio lavorare con margini più bassi e volumi più alti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram, una forza senza pari: da sola il 30% della raccolta del settore

Fineco, ingresso di peso tra i consulenti

Banche e reti, investimenti senza rivali

NEWSLETTER
Iscriviti
X