Contenziosi bancari, accordo sotto il segno di Federpromm

A
A
A
di Redazione 26 Febbraio 2020 | 12:24

Nell’attuale contesto della società italiana in cui le varie problematiche legate ai contenziosi bancari sono  sempre più frequenti e  i risparmiatori ed investitori si sono trovati e si trovano ad affrontare sul piano giuridico e contrattuale il riconoscimento dei loro diritti come clienti consumatori, la segreteria generale di  Federpromm (affiliata Uiltucs )  – dopo una ampia selezione e confronto  con i vari soggetti che offrono assistenza  e consulenza in tutto il settore del credito al consumo -ha ritenuto di selezionare e sottoscrivere un accordo di collaborazione con la società Di.Di.Fin. –   proprio per dare sul piano metodologico e tecnico tutto il supporto conoscitivo necessario a tutelare i diritti soggettivi di coloro che hanno subito trattamenti  e violazioni nel rapporto fiduciario con i vari intermediari del settore del credito e della finanza.  Tale accordo  – come dichiarato dal presidente della Federpromm, Marucci e dal rappresentante legale della Di.Di.Fin, dr. Alessandro D’Antonio  – si qualifica come base di una scelta politica sia sul piano della trasparenza che della  comunicazione nei processi di formazione del rapporto contrattuale con i potenziali clienti e cade in un momento di particolare attenzione in cui vi è un’amplificazione dei contenziosi  derivanti da scelte commerciali  poco trasparenti da parte degli  operatori  creditizi del settore. La varie attività  a favore degli associati e loro clienti – supportate con l’assistenza  del dirigente sindacale Federpromm,Paolo Cuzzi  e dagli esperti dr. Carlo Del Sordo e dr. Maurizio Iani della Di.Di.Fin, riguarderanno nello specifico le prestazioni di consulenza contabile e legale a favore di persone fisiche,giuridiche ed enti che hanno subito un danno da parte di banche ed intermediari finanziari, ovvero tutti i soggetti autorizzati dal Testo unico Bancario (TUB) e Testo Unico della Finanza (TUF). Prossimamente sarà programmato un incontro a Roma con i vari stakeholder per illustrare i contenuti di tale importante iniziativa nell’interesse di una maggiore trasparenza del mercato

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X