Consulenza finanziaria e coronavirus: come gestire il panico degli investitori

A
A
A
Avatar di Redazione 10 Marzo 2020 | 08:30

Periodi di volatilità come quello che stiamo vivendo con un andamento del mercato guidato dal coronavirus offrono l’opportunità ai consulenti finanziari di dimostrare il loro valore.

I forti scossoni al ribasso del mercato azionario stanno innervosendo molti investitori, alcuni dei quali potrebbero essere tentati di liquidare le loro partecipazioni. Tuttavia, mentre nessuno è in grado di prevedere la durata o la gravità dell’attuale andamento del mercato, periodi instabili come questo offrono ai consulenti l’opportunità di consolidare le relazioni con i clienti più importanti.

Ecco dunque alcune argomentazione / suggerimenti da utilizzare per rassicurare i vostri clienti:

Caro cliente, le correzioni del mercato non sono rare 

Il coronavirus può causare una continua volatilità del mercato nelle prossime settimane o addirittura mesi. Ma è importante per gli investitori avere una visione a lungo termine. Le correzioni del mercato – in genere definite come un calo dei prezzi degli investimenti del 10% o più – sono un evento abbastanza comune. In questi casi è generalmente una buona idea non rinnovare radicalmente la propria strategia di investimento a meno che non si verifichi un cambiamento sostanziale nella propria vita personale – un significativo spostamento di carriera, condizioni mediche, cambiamenti nella situazione familiare, ecc.

Caro cliente, sii consapevole della storia delle epidemie

 Il coronavirus è certamente serio, ma non è l’unico focolaio virale che abbiamo visto negli ultimi decenni. Durante queste precedenti pandemie, anche i mercati finanziari hanno subito un colpo, ma si sono ripresi. Ad esempio, dalla fine di aprile 2003, nel bel mezzo della SARS (sindrome respiratoria acuta grave) fino alla fine di aprile 2004, l’S & P 500 è aumentato di circa il 21%, e altri grandi guadagni sono stati registrati in seguito allo scoppio e al declino dei virus Ebola e Zika . Naturalmente, le performance passate dei mercati in situazioni di pandemia non possono necessariamente prevedere gli sviluppi futuri del mercato; ogni situazione è diversa e nel corso del prossimo anno i rendimenti potrebbero essere modesti, poiché i prezzi sono già aumentati negli 11 anni da quando hanno toccato il fondo durante la crisi finanziaria del 2008-09.

Caro cliente, non tentare di cronometrare il mercato 

 Potremmo vedere una volatilità basata sul coronavirus nel prossimo futuro, ma la volatilità implica sia “up” che “down”. Se provi a cronometrare il mercato indovinando i massimi e i minimi, e poi “comprando i massimi e vendendo i bassi”, potresti essere fortunato di tanto in tanto, ma potresti anche perdere facilmente il segno.

Caro cliente, mantieni un portafoglio diversificato 

 Oltre a evitare gli sforzi per cronometrare il mercato, una buona strategia consiste nel provare a costruire e mantenere un portafoglio diversificato, costituito da una serie di classi di attività diverse, con l’allocazione di tali attività in base alla tolleranza al rischio e all’orizzonte temporale. La diversificazione non impedisce perdite o garantisce profitti in un mercato in calo, ma può aiutare a ridurre l’impatto della volatilità sul portafoglio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Truffe, il profilo criminologico del consulente disonesto

Consulente perde la causa ma a pagare è l’avvocato: l’importanza di una buona assistenza legale

Consulente, da quando c’è il Covid vali di più

NEWSLETTER
Iscriviti
X