Credem, un nuovo asso da Ubi

A
A
A
Avatar di Redazione 11 Marzo 2020 | 09:58
Da Ubi arriva Paolo Viola. L’istituto emiliano punta a ottenere 300 nuovi clienti e 60 milioni di masse in più sulla zona di Pavia.

Credem innesta nel suo motore un nuovo professionista per la zona di Pavia. Nelle ultime settimane, infatti, è entrato Paolo Viola, proveniente da Ubi, con un’esperienza trentennale nella consulenza alla clientela del territorio che assume l’incarico di manager banking commerciale. Credem è presente a Pavia e provincia con due filiali, a Pavia e Vigevano, ed a fine 2019 contava circa 5 mila clienti per quasi 300 milioni di euro di asset complessivi. L’obiettivo per il 2020 è incrementare sia il numero dei clienti (300 nuovi clienti) sia le masse (60 milioni di euro in più), con un focus particolare sui prestiti a sostegno dell’economia locale. Credem è presente in Lombardia con 76 tra filiali, centri per le imprese e centri Private in cui operano più di 500 persone al servizio di oltre 125 mila clienti e con masse per 13,8 miliardi di euro.

Luca Galloni, direttore territoriale Credem ha commentato: “siamo molto soddisfatti di avere all’interno della nostra squadra un professionista capace ed affermato come Paolo Viola. La sua conoscenza del tessuto imprenditoriale pavese e la sua professionalità permetteranno al nostro Gruppo di essere ancora più vicino a questo straordinario territorio”.

Paolo Viola, nuovo manager banking commerciale di Credem ha aggiunto: “Il modello di business di Credem consente di offrire ai clienti i più elevati standard di servizio e, contestualmente, per garantire loro la possibilità di operare con la prima banca italiana, la terza in Europa, in termini di solidità patrimoniale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forbes Global 2000: ecco le banche e reti più influenti

Credem, la spinta assicurativa passa dal multiramo

Banche, Credem: utile trimestrale e raccolta in crescita a doppia cifra

NEWSLETTER
Iscriviti
X