Coronavirus, anche Anasf bussa alla porta di Conte

A
A
A
di Redazione 13 Marzo 2020 | 17:07
Con un comunicato sottoscritto da Anasf, Fiarc-Confesercenti e Federagenti sono state chieste nuove misure a sostegno di consulenti finanziari e agenti di commercio.

Anasf, Fiarc-Confesercenti e Federagenti chiedono al governo di non dimenticarsi di consulenti finanziari e agenti di commercio. Lo fanno attraverso una nota ufficiale congiunta, in vista del nuovo decreto sul lavoro e le imprese che l’esecutivo guidato da Giuseppe Conte si appresta a varare per affrontare l’emergenza coronavirus: “Auspichiamo fortemente che il nuovo DPCM dedicato al Lavoro e alle misure di sostegno per le imprese, sia rivolto anche al mondo del lavoro autonomo e in particolare agli Agenti di Commercio e ai Consulenti Finanziari e non soltanto ai lavoratori dipendenti, come parrebbe. Non ci possono mai essere discriminazioni, men che meno in questo momento, tra lavoratori di serie A e di serie B“.

Per Alfonsino Mei di Anasf, manager IW Bank UBI Banca e membro del CdA di Fondazione Enasarco, “la peculiarità del lavoro svolto dalle categorie che rappresentiamo impone importanti interventi governativi a fronte di un momento particolarmente critico”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ecco il corso di laurea ad hoc

Anasf, Conte all’evento di ABI

Anasf, Alma Foti all’Uni di Parma

NEWSLETTER
Iscriviti
X