Polizze, Antitrust sanziona le principali banche italiane

A
A
A
di Hillary Di Lernia 18 Marzo 2020 | 10:57

Arrivano sanzioni pesanti alle quattro principali banche italiane da parte dell’Antitrust. L’infrazione riguarderebbe alcune pratiche commerciali scorrette nella vendita di polizze abbinate ai mutui.

Come riporta Il Sole 24 Ore, le sanzioni, che superano in totale i 20 milioni di euro, sono così suddivise: 6,55 milioni di euro per Unicredit, 5,65 milioni di euro per Bnl, 4,8 milioni di euro per Intesa Sanpaolo e 3,75 milioni di euro per Ubi Banca.

Sanzioni sicuramente pesanti, ma dovute anche la recidività delle banche (tranne Ubi Banca) che già in passato sono state destinatarie di provvedimenti per violazione del Codice del consumo. Inoltre per Unicredit e Bnl è stata contestata anche la pratica commerciale scorretta che induceva i clienti ad aprire un conto corrente presso il medesimo istituto, ponendo tale condizione come inevitabile per la concessione del finanziamento.

L’Antitrust ha inoltre calcolato una possibile stima del pregiudizio economico subito dai consumatori, che per Unicredit ammonterebbe a 100 milioni di euro annui, a fronte di ricavi per l’istituto pari a circa 36 milioni di euro. Per Bnl il pregiudizio per i clienti sarebbe pari a 106,5 milioni di euro annui, a fronte di ricavi per la banca di 33 milioni di euro. Nel caso di Intesa Sanpaolo la stima dei danni economici subiti dai mutuatari risulterebbe pari a 250-300 di euro annui, a fronte di ricavi per la banca di 50-100 milioni. Il pregiudizio subito dai clienti di Ubi sarebbe invece di 30-35 milioni di euro, a fronte di ricavi per l’istituto pari 10-15 milioni di euro.

Adesso si attende la replica delle banche che entro 60 giorni possono presentare ricorso al Tar avverso ai provvedimenti sanzionatori dell’Antitrust.

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Procapite: Mediobanca miglior gruppo, ISPB stacca tutti

Consulenti, ecco chi sono i talenti più promettenti delle reti

Bnl Bnp Paribas LB, 11 miliardi di motivi per essere orgogliosi

NEWSLETTER
Iscriviti
X