Consulenti e investitori, la pazienza è la virtù dei forti

A
A
A

I consigli di Simone Calamai, Amministratore delegato di Fundstore.

Avatar di Redazione25 marzo 2020 | 09:57

Non cedere il passo all’ansia, rimanere investiti e non agire d’impulso. Sono i consigli che Simone Calamai, Amministratore delegato di Fundstore, elargisce agli investitori e ai consulenti finanziari che, quasi sicuramente, avranno a che fare con clienti spaventati dalla situazione sui mercati, perennemente in balia di una grande volatilità. Di seguito, riportiamo integralmente le riflessioni del manager.

L’attuale emergenza sanitaria, ed economica, che ha colpito l’Italia porta con sé una caratteristica unica con la quale si declinano tutti gli aspetti della vita quotidiana e professionale: l’incertezza, del presente e, soprattutto, del futuro.

In questi giorni ognuno di noi si sta chiedendo cosa fare, è del tutto naturale. La mia esperienza e i numeri ci mostrano quanto sarebbe stato controproducente soccombere ogni volta alla paura e quanto, invece, sia importante continuare a condurre una vita normale, per quanto possibile.

Questi sono i motivi per cui, subito dopo la salute, il pensiero degli italiani va ai propri denari e risparmi.  Inevitabilmente, al netto di alcuni clienti che hanno atteggiamento più proattivo – o addirittura speculativo – i risparmiatori sono preoccupati dei loro investimenti in essere.

Ci sono arrivate moltissime domande che hanno a che vedere con l’andamento dei mercati, la performance del proprio portafoglio, i comportamenti da tenere in queste giornate con molti segni “meno” e, soprattutto, con una grandissima volatilità sui mercati.

Da addetto ai lavori ritengo occorra accettare il fatto che tutti avranno un certo livello di reazione irrazionale. Credo, anzi, che sia perfettamente normale sentirsi ansiosi e insicuri quando accadono eventi eccezionali come quello in corso, che rendono ancora più evidente come un contatto di qualità con la clientela, tema sul quale abbiamo sempre investito tempo e risorse, sia di fondamentale importanza per la gestione dei timori degli investitori.

Tuttavia, notiamo in generale un atteggiamento piuttosto saggio: quello dell’attesa. In una situazione di mercato di questo tipo, anche noi restiamo convinti che il modo migliore per preservare il proprio patrimonio sia rimanere investiti per assicurarsi i benefici di una ripresa che potrebbe essere altrettanto rapida, come testimoniato dall’alta volatilità del mercato sia in discesa, sia in salita. Per questo è importante non agire di impulso e gestire al meglio le prossime settimane, in quanto l’azionario rimane tutt’ora una delle migliori forme di investimento su cui fare affidamento.

Per provare a essere più pratico, vorrei fare mie alcune riflessioni del nostro Gianni Bizzarri, founder di Fundstore e amministratore delegato di Banca Ifigest: “Supponiamo di avere una perdita del 10% ma di non essere completamente investiti: in questo caso, vista la difficoltà di prevedere il futuro, la scelta migliore è quella di non realizzare la perdita ma di mediare con piccoli acquisti dilazionati nel tempo e attendere la fine dell’emergenza. Qualora invece si sia già totalmente investiti, la cosa migliore è verificare che il portafoglio sia composto da fondi con un buon rating e performance consistenti nel tempo. Se questo non fosse, operare dei cambi, vendendo solo quello che pensiamo ci possa servire come liquidità immediata, orientativamente non più del 30% del totale investito”.


COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, c’è la luce in fondo al tunnel del Coronavirus

Consulenti, una mano culturale contro il Coronavirus

Consulenti, un corso per profilare il comportamento del tuo cliente

Reti, basta slogan. La verità messa a nudo sui giovani consulenti

Consulenti, piccola guida per smascherare le fake news ai tempi del Coronavirus

Coronavirus, 12 misure per i consulenti

CheBanca!, un aiuto ai consulenti per il Coronavirus

Banca Mediolanum, insieme ce la faremo

Consulenti, un centralino per amico

Banca Mediolanum, 1 milione di buone azioni

Consulenti, cronache di un roadshow sbarcato in Antartide

Incubo mercati, l’attacco di Conti Nibali

Consulenti furiosi, Lagarde nella bufera social

Coronavirus, le confessioni di un vecchio capitano ai colleghi consulenti

Coronavirus, voce ai consulenti sul fronte

Coronavirus, la lettera di un consulente ai clienti

Consulenti, quel portafoglio non è così tanto Esg

Azimut, anche per Bufi ci vuole consulenza

Consulenti, a febbraio crescono i radiati

Widiba, colpaccio tra i consulenti lombardi

IWBank PI, tripletta di ingressi in Toscana

Consulenti, gestire il cliente al tempo del coronavirus

Credem, reclutamento doc da Banca Intermobiliare

Credem, la forza delle sinergie tra le reti

Coronavirus, quanti consulenti in quarantena

Consulenti, se il bonus si restringe

Consulenti, ecco il gestore che ha scelto Ibra

Consulenti, come spiegare il vostro lavoro ai clienti

Bnl Bnp Paribas LB, foto racconto della convention

Consulenti, tutti a caccia dei beni rifugio

Consulenti, due incubi chiamati mobbing e straining

Consulenti, come reclutare i professionisti giusti

Consulenti, un ritardo può essere fatale

Ti può anche interessare

Rendiconti Mifid 2, un assist per gli indicizzati

Riprendiamo il mano il discorso dei rendiconti ex Mifid 2 e più in generale della Mifid 2, proponen ...

Advisor Mantra: pensieri autunnali

Advisor Mantra: Parole e pensieri per accompagnare un’intensa giornata di advisory. Una pillola mo ...

Carmignac, nuovo webinar per i consulenti

E’ stato comunicato il prossimo webinar organizzato da Carmignac dal titolo “Rendez vous set ...