Banca Generali, dividendo rinviato

A
A
A
di Redazione 30 Marzo 2020 | 10:21
L’istituto guidato da Gian Maria Mossa ha deciso di uniformarsi alle raccomandazioni di Banca d’Italia e Banca Centrale Europea sul tema della distribuzione delle cedole.

Banca Generali si unisce al gruppo di istituti bancari che hanno preso la decisione di sospendere il dividendo, come raccomandato da Banca d’Italia e Banca Centrale Europea. Lo si apprende da una nota ufficiale diramata nella mattinata di lunedì dall’istituto guidato da Gian Maria Mossa.

Di seguito riportiamo i passaggi salienti del comunicato:

In riferimento alle raccomandazioni di Banca d’Italia, ed alle raccomandazioni della Banca Centrale Europea (BCE) del 27 marzo 2020, emesse in risposta allo straordinario contesto di mercato dovuto alla diffusione del COVID-19, la Banca ha deciso di attenersi responsabilmente a quanto indicato dagli stessi organi di vigilanza, rinviando dunque, per il momento, la proposta di distribuzione del dividendo a valere sugli utili 2019.

Tali misure, predisposte dalle authority, sono finalizzate al rafforzamento del sistema creditizio a favore di imprese e famiglie. Banca Generali è fiduciosa – non appena ricorreranno le condizioni, passato il momento di emergenza e come previsto dalla stessa Banca d’Italia – di poter dare esecuzione alla proposta di distribuzione del dividendo ponendo in essere tutti gli adempimenti necessari.

Banca Generali ritiene infatti che la proposta di distribuzione del dividendo sugli utili 2019 abbia una forte giustificazione sulla base dei seguenti elementi: 1) la solidità della situazione patrimoniale e di liquidità anche a fronte di un’analisi di stress in scenari di crisi; 2) la natura e peculiarità del proprio modello di business che negli anni ha saputo dimostrare resilienza e sostenibilità anche nei contesti più complessi; 3) la natura dell’attività creditizia limitata alle forme tecniche assistite da garanzie e la strutturale limitata esposizione al rischio di credito e ai non-performing loans 4) la volontà di rispondere agli interessi dei diversi stakeholder in un contesto di mercato già molto volatile; 5) il positivo andamento commerciale, seppur caratterizzato da un mix di prodotto più conservativo rispetto ai mesi precedenti, nel corso del mese di marzo e dunque nel periodo di emergenza Covid19.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, tutto sul nuovo home banking

Private Banking, la rivoluzione della tecnologia

Banca Generali, Mossa ricorda Doris

NEWSLETTER
Iscriviti
X