Azimut, i compensi ai top manager

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 3 Aprile 2020 | 10:41
Oltre 800mila euro per Martini, tra 450mila e 650mila per gli altri amministratori delegati. Nessuna remunerazione per il presidente Giuliani che possiede però oltre 1,4 milioni di azioni della società

Un totale di 838mila euro. E’ il compenso annuo lordo  complessivo ricevuto per l’esercizio 2019 da Paolo Martini, amministratore delegato di Azimut Holding. La cifra, frutto della somma di componenti fisse e variabili, risulta dalla Relazione sulla politica in materia di remunerazione e sui compensi corrisposti della società, che verrà presentata alla prossima assemblea in programma il 23 aprile. Nella stessa relazione sono indicati i compensi di tutti i componenti il cda, compresi ovviamente gli altri 4 amministratori delegati del gruppo: Gabriele Blei (645mila euro lordi), Alessandro Zambotti (453mila euro), Massimo Guiati (665mila euro) e Giorgio Medda (667mila euro). Non risultano invece compensi per il presidente Pietro Giuliani, tranne  benefit non monetari per 6mila euro. Al 31 dicembre 2019 Giuliani risultava però titolare di 1,409 milioni di azioni Azimut (che oggi valgono poco meno di 13 euro l’una). Martini ne possedeva 228mila circa, seguito da altri amministratori come Medda (121.439 azioni), Guiati (104.455 titoli), Marzio Zocca (86.744), Blei (71.460), Andrea Aliberti (54.941) e  Zambotti (38.705).

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, un’esperienza virtuale per attrarre i nuovi talenti della consulenza

Azimut, un nuovo affare vola sulle due ruote

Azimut, tutte le nuove sfide di Giuliani

NEWSLETTER
Iscriviti
X