Banca Generali, l’impegno anti Covid-19

A
A
A
di Redazione 7 Aprile 2020 | 11:32
Sospesi i pagamenti dei crediti da parte della clientela e le rate dei mutui ai consulenti e dipendenti del Gruppo

Banca Generali ha avviato  una serie di iniziative a favore di clienti, consulenti e colleghi del gruppo Generali. La banca private guidata da Gian Maria  Mossa ha approvato nell’ultimo consiglio di fine marzo la possibilità a tutti i clienti di sospendere i crediti lombard fino al 31 dicembre 2020. Mutui e finanziamenti per imprese e clienti possono quindi essere rinviati a fine anno. Inoltre, per i familiari dei clienti che hanno urgente bisogno di spese straordinarie è stato dato il via libera ad aperture di credito tempestive sul conto corrente.

“L’emergenza sanitaria sta rapidamente lasciando il posto ad una forte crisi che coinvolge il tessuto economico e il risparmio delle famiglie”,  commenta Marco Bernardi (nella foto), vice direttore Generale di Banca Generali, che aggiunge: “per questo, nel nostro ambito di banca private, abbiamo cercato di andare incontro ai bisogni delle persone prevedendo una serie di iniziative nei crediti all’insegna della flessibilità e versatilità. Oltre a star vicino alle famiglie nella consulenza e nelle scelte di pianificazione in questo frangente di forte volatilità ed emotività, vogliamo dare ai clienti e ai colleghi più opzioni possibili per gestire le proprie posizioni”.

La proposta di Banca Generali prevede la sospensione delle rate dei crediti lombard su base volontaria a discrezione dei clienti che potranno valutare insieme al proprio private banker l’opportunità di prolungare il piano d’ammortamento senza ulteriori oneri. Anche per i consulenti finanziari della rete e i dipendenti di Banca Generali e del gruppo Generali, alla quale la società eroga i mutui, sono previste le opzioni di sospensione delle rate mensili fino a fine anno e misure straordinarie per i finanziamenti.

Nei giorni scorsi, la banca  ha inoltre presentato, insieme a Credimi e al supporto di Generali, la prima cartolarizzazione di crediti verso le pmi, le partite iva e i piccoli negozi fino a un importo di 100 milioni di euro, finanziato dal risparmio di clientela professionale che può contare sulle garanzie pubbliche e del gruppo. All’impegno verso il sistema si aggiunge quello di “charity” con il supporto al fondo internazionale anti-covid da 100 milioni di Generali e le donazioni alla Croce Rossa e alle strutture sanitarie per un altro milione direttamente dalla banca .

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, come è bello lavorare in Banca Generali

Banca Generali, Mossa “benedice” la blockchain

Banca Generali, miglior settembre di sempre

NEWSLETTER
Iscriviti
X