Garanzia statale, come avere il prestito in banca

A
A
A
Avatar di Redazione 15 Aprile 2020 | 10:41
Cosa bisogna fare per avviare l’iter della richiesta di finanziamento riservata a partite iva e piccole e medie imprese.

Parte la corsa per accedere ai finanziamenti con garanzia statale previsti dal decreto liquidità. Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ha dichiarato che le erogazioni partiranno da lunedì. Ma cosa occorre? Come riporta un articolo sul Sole 24 Ore di mercoledì 15 aprile, c’è un modulo da compilare con la richiesta di garanzia statale da inviare alle banche o ai consorzi fidi per avviare l’iter. I presiti possono essere richiesti da pmi, ma anche da titolari di partita iva. Dalla giornata di martedì, sul sito del Fondo di garanzia e su quello del ministero dello Sviluppo economico, si può scaricare il modulo relativo alla garanzia del 100% su prestiti fino a un massimo di 25 mila euro (e comunque sempre entro il 25% dei ricavi del beneficiario). Quindi un professionista che nell’esercizio precedente abbia avuto entrate per 30 mila euro, al massimo può ottenere un prestito par al 25% di quel fatturato: 7.500 euro.

Il modulo può essere mandato anche via e-mail (anche non pec) agli intermediari finanziari che poi chiederanno la garanzia allo Stato. In allegato, serve la dichiarazione fiscale dell’anno precedente (o i documenti dell’ultimo bilancio depositato per le aziende) e un documento d’identità. Oppure, se si tratta di soggetti costituiti dopo l’1 gennaio 2019, basta un’autocertificazione che attesti il proprio fatturato.

Una volta erogati, i presiti potranno essere restituiti in 6 anni con inizio del rimborso a due anni. Il tasso massimo applicabile è rapportato al Rendistato più uno spread dello 0,2% a ai valori attuali si attesta intorno all’1,2%. Attualmente, con i fondi attualmente stanziati dal decreto (1,7 miliardi), ci sarebbero soldi per soddisfare 200 mila richieste fino 25 mila euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, si accende la sfida per il miglior portafoglio Esg

Consulenti, i fee only chiedono un’aliquota Iva più bassa

Consulenti e iscrizione all’albo, tutto quello che avreste voluto sapere ma non avete mai osato chiedere

NEWSLETTER
Iscriviti
X