Etf con una marcia in più

A
A
A
Avatar di Redazione 12 Maggio 2020 | 12:30
Giancarlo Sandrin, country head Italia di Legal & General Investment Management (LGIM), analizza lo scneraio dei mercati finanziari e parla degli exchange traded fund legati a settori e a trend dell’economia in forte crescita.

Tre scenari possibili sui mercati e le opportunità offerte dagli Etf (exchange traded fund) legati a settori e a temi di investimento in forte crescita. Sono gli argomenti affrontati in questa intervista da Giancarlo Sandrin (nella foto), country head Italia di Legal & General Investment Management (LGIM).

 Quali sono le prospettive per i mercati finanziari in questa fase? 

Al momento noi abbiamo stimato 3 scenari con 3 differenti probabilità di realizzazione, il primo, con una probabilità del 40%, presuppone dopo la prima fase critica che abbiamo passato un rilassamento nelle restrizioni per le attività economiche più critiche, come sta avvenendo, la mancanza di una seconda ondata e quindi un ritorno alla normalità entro la fine del 2021. A nostro parere è questo che stanno prezzando i mercati. Il secondo invece prevede delle restrizioni che vengono revocate ma in alcuni casi vengono reintrodotte a causa di una seconda ondata. La disoccupazione rimane elevata come i fallimenti. Il mondo perde 2-3 anni di crescita. A questo diamo una probabilità del 50%. L’ultimo, a nostro parere meno probabile (10%), è il peggiore. Le restrizioni vengono revocate lentamente, ma poi completamente reimposte nel terzo trimestre, la comprensione di Covid-19 progredisce lentamente e il supporto politico è esaurito.

Negli ultimi anni, si sono fatti strada molti fondi ed etf tematici che puntano su settori in forte crescita o su alcuni macro trend della società e dell’economia. Possiamo individuare alcuni settori che offrono opportunità agli investitori dopo questa emergenza che stiamo vivendo? 

L’attuale situazione sanitaria ha comportato un forte cambiamento nelle abitudini lavorative e sociali delle persone. Un forte ricorso alla digitalizzazione per quanto concerne il lavoro, la socializzazione e gli acquisti. Riteniamo che questi cambiamenti avranno un riscontro nelle abitudini delle persone anche dopo l’emergenza. L’aumento del ricorso a soluzioni online farà sì che la società sia sempre più esposta agli attacchi informatici. La Cybersecurity diviene quindi un punto d’attenzione fondamentale e ad oggi non è ancora ben compreso da tutte le aziende. Guardiamo poi al commercio online. La quarantena ha portato più persone a ordinare generi di prima necessità e non solo, da casa via Internet. In molti paesi una nuova generazione sta imparando a fare affidamento sui rivenditori online piuttosto che sui negozi tradizionali. Un gran numero di nuovi clienti è costretto ad apprendere competenze digitali che fino ad oggi non avevano ritenute necessarie. Un esempio di questa tendenza, in Cina Alibaba ha scoperto che un numero maggiore di consumatori nelle città più piccole e nelle aree rurali sta iniziando a utilizzare la sua piattaforma. Questo fenomeno porterà molte aziende, che prima non erano attrezzate nell’e-commerce, a dotarsi di sistemi di logistica in grado di supportarle. L’industria che ruota intorno all’e-commerce sarà un tema da tenere in considerazione. In ambito sanitario inoltre i governi porranno l’accendo sull’ammodernamento delle attrezzature, che dovranno essere tecnologicamente avanzate per ottimizzare le prestazioni mediche, nonché strumenti di diagnostica e analisi sempre più avanzate. Non dimentichiamo poi la crescente importanza delle soluzioni che possano ottimizzare i contatti con i pazienti (telemedicina), che diventerà una componente fondamentale per evitare contatti in particolare nelle prossime fasi.

Come si articola l’offerta di prodotti da parte di LGIM per chi è interessato a certi temi di investimento? 

Per poter comprendere appieno questi mega trend sono necessarie a nostro parere delle competenza industriali specifiche, per questo per la costruzione degli indici dei nostri EtfF tematici ci affidiamo a consulenti che ci aiutino ad individuare quali siano le società realmente attive in un determinato settore, al fine di ottenere la purezza del tema (ad esempio RoboGlobal per il nostro Etf sulla tecnologia sanitaria HealthCare Breakthrough o Transport Intelligence per l’Etf sulla logistica nell’e-commerce)

Quale orizzonte temporale deve porsi chi acquista questi prodotti tematici e settoriali e cosa deve aspettarsi per quel che riguarda la volatilità dei rendimenti? 

Si tratta di temi che sono in una fase di sviluppo iniziale e dove la volatilità è quella tipica di un azionario globale, pertanto l’orizzonte è medio lungo.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X