Reti, dopo il Covid-19: CheBanca!, una forza multicanale

A
A
A
Avatar di Redazione 13 Maggio 2020 | 12:26

I big delle reti raccontano i giorni della quarantena e illustrano come cambierà la consulenza finanziaria dopo la fine dell’emergenza. Parla Duccio Marconi, direttore centrale consulenti finanziari CheBanca!

Fin dall’insorgere dell’emergenza abbiamo dato priorità alla tutela della salute dei nostri professionisti, concentrandoci poi sul business. Abbiamo attivato una copertura sanitaria integrativa in caso di contagio da Coronavirus per tutti i nostri 410 consulenti finanziari e ci siamo attivati anche per incoraggiare l’attività di consulenza da remoto, anche attraverso il potenziamento delle nostre linee dati. A seguire, abbiamo garantito supporti economici a sostegno della redditività dei consulenti impattata dalla discesa del Nav nel 2020, con iniziative sia sul lato degli impieghi che su quello della raccolta, privilegiando per esempio la sottoscrizione di piani di accumulo in questa fase di graduale rientro nei mercati. Per i clienti non sono poi mancate le soluzioni di finanziamento così come quelle per la gestione della liquidità, come la nuova offerta sul conto deposito nel mese di aprile. In questi ultimi due mesi l’approccio multicanale è stato per noi di grande aiuto: grazie alla tecnologia abbiamo garantito un totale supporto alla clientela, anche grazie all’evoluta piattaforma di web e mobile collaboration con cui nel mese di aprile abbiamo siglato oltre il 90% delle sottoscrizioni. E proprio sugli investimenti abbiamo lavorato a stretto contatto con il Comitato di Gruppo rafforzando i momenti di confronto riguardo ai mercati finanziari. Tecnologia e competenze sono stati due fattori intercorrelati e fondamentali per mantenere aperti molteplici canali di comunicazione attraverso i quali il cliente potesse prendere decisioni non dettate dall’emotività: avvalendosi della capacità di ascolto dei nostri consulenti, basandosi su contenuti aggiornati e verificando continuamente la coerenza della propensione al rischio e dell’orizzonte d’investimento. Solo perseverando in questo approccio e facendo leva sui vantaggi di operare con un’architettura aperta, potremo anche per il futuro operare al meglio per i nostri clienti identificando tutte le opportunità che progressivamente si apriranno sul mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Oggi su BLUERATING NEWS: Tinaba non ingrana

Non perdete la puntata di oggi di Bluerating News, in diretta su Bfc alle 19.00 e disponibile in pod ...

Oggi su BLUERATING NEWS: Mifid 3 serve davvero?

Tutte le notizie e i protagonisti della giornata ...

Reti, dove investono i clienti

Ad aprile sono tornati in voga i fondi, soprattutto gli azionari. Positivo anche il saldo delle poli ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X