Banca Widiba, quei bonus ai consulenti che fanno discutere

A
A
A
Avatar di Redazione 22 Maggio 2020 | 11:33

Riportiamo di seguito una lettera inviataci da Antonio Mazzone, Founder&Ceo Bancadvice.it SAS, in merito agli incentivi della rete, tema da noi trattato in passato con un articolo ad hoc.

Torna di attualità nel mondo delle reti di distribuzione finanziaria, la particolarità della rete dei CF di Widiba, prima ed unica società del settore, di fatto di proprietà pubblica. Ricordiamo, infatti che Widiba Spa è controllata al 100% da Banca MPS che a sua volta è controllata per il 68,25% del capitale sociale dal MEF. Widiba nasce a fine 2014 e MPS investì allora 14 milioni € a copertura dei costi di start up e 82 milioni di euro a titolo di capitale, parte cash e parte attraverso il conferimento del ramo d’azienda dei consulenti finanziari di Mps. Le perdite sono state crescenti: 7,7 milioni nel 2014, 11 milioni nel 2015, 12,2 milioni nel 2016 e 18,6 milioni nel 2017 .

Ma a inizio 2018 Banca Mps si è vista costretta a ricapitalizzare la controllata con ulteriori 70 milioni (con un aumento di capitale da 100 a 170 milioni), di cui una parte cospicua – quasi 54 milioni di euro – destinata al pagamento del No Ordinary Program(Nop) . Ovvero il piano di bonus triennali agli oltre 550 consulenti finanziari della banca digitale il cui pagamento sarebbe prossimo e confermato anche dall’assemblea di Banca MPS il 18 maggio u.s. Con alcuni legali specializzati aderenti al network di Bancadvice.it, stiamo valutando l’effettiva legittimità di questi bonus pattuiti nel 2014 all’atto del conferimento della rete Mps a Widiba. Si tratta infatti di denaro conferito dalla fiscalità generale e, una volta avuto conferma delle loro effettive liquidazioni, investiremo con un esposto, la Corte dei Conti per un presunto ma possibile danno erariale.

Antonio Mazzone

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

1 commento

  • Avatar Hernest says:

    Non dimentichi di consultarsi con gli avvocati anche in merito a questo:

    Testo Unico Bancario (TUB)

    Articolo 133 (Abuso di denominazione)

    1. L’uso, nella denominazione o in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, delle parole «banca», «banco», «credito», «risparmio» ovvero di altre parole o locuzioni, anche in lingua straniera, idonee a trarre in inganno sulla legittimazione allo svolgimento dell’attività bancaria è vietato a soggetti diversi dalle banche.

    P.S.: Lettore attento e che non lavora né con Widiba né con MPS.

ARTICOLI CORRELATI

Widiba, la banca emerge dalla brand identity

Widiba, ipotesi Unicredit per il futuro

Lutto nelle rete di Widiba: scomparso Riccardo Mercante

Widiba, una nomina e nuovi uffici a Salerno

Widiba, un consulente racconta come raggiungere la libertà finanziaria

Widiba e Mps, i clienti ai raggi X

Widiba, Marazia svela i perché del boom di raccolta e ricavi

Procapite, la squadra di Rebecchi trionfa

Widiba, utile ok e boom della raccolta

Consulenti, in bilico tra risiko bancario e nuova concorrenza

Widiba, un alleato tech per acquisire clienti

Pro capite, a maggio i migliori cf sono di Fideuram

Widiba e l’architettura delle scelte

Widiba, la consulenza si sposta in diretta live

Banche e reti, quali svettano tra le stelle digitali d’Italia

Widiba, ecco la nuova certificazione per i consulenti

Widiba è tra i cinque nuovi soci di Aipb

Le banche-reti immuni (per ora) dal Coronavirus

Widiba, un nuovo linguaggio per i clienti

Banca Widiba, un consulente per riportare il buon umore

IWBank, colpo grosso in Widiba

Widiba, colpaccio tra i consulenti lombardi

Widiba, prosegue il cammino virtuoso della consulenza

Consulenti, il nuovo peso politico delle mandanti

Consulenti, la top 10 dei più votati e alcune grandi assenze

Consulenti, l’illusione ottica del reclutamento nelle grandi reti

And the Reti Champions League 2019 goes to…

Widiba, colpo nel private da Sanpaolo Invest

Conti correnti, la convenienza delle reti

Widiba incontra i clienti e si prepara al 2020

Widiba, una doppietta di reclutamenti per il private

Widiba, gran colpo in Veneto

Cardamone sbarca in Sia

NEWSLETTER
Iscriviti
X